Musica

Max 20: il nuovo album di Max Pezzali. Recensione e Track list

di Maria Alessia Del Vescovo - - Eventi

max_pezzali

Per i ventuno anni di carriera, per esattezza, Max Pezzali sforna un nuovo album “Max 20”, celebrativo dei suoi successi con 14 duetti e 5 inediti. Pezzali, leader storico degli 883, ripercorre la sua carriera.

Dopo l’uscita dello scorso anno di una nuova versione di “Hanno ucciso l’uomo ragno” in versione rap, Pezzali ci fa percorrere la sua vita artistica con un album che è una vera e propria festa in cui ha invitato i suoi amici: Francesco Renga, Rosario Fiorello, Gianluca Grignani, Jovanotti, Eros Ramazzotti, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Edoardo Bennato, Cesare Cremonini, Claudio Baglioni, Antonello Venditti, Raf, Davide Van De Sfroos, Nek ed Elio.

Il duetto più interessante è quello con Jovanotti in un “Tieni il tempo”, che spopolò nell’estate del 1995, così come Venditti in “Quello che capita” è davvero azzeccato.

Infatti lo stesso artista, di origine pavese, ha detto di aver scelto i brani in base ai duetti che sarebbero stati realizzati.

Sicuramente un album piacevole da ascoltare e che ha riscosso i favori del pubblico, infatti risulta uno dei più venduti, essendo uscito solo il 4 giugno.

Pezzali, figlio artistico di Cecchetto, torna a collaborare con il co-fondatore degli 883, Mauro Repetto, uscito dal gruppo in pieno successo nel 1994, in due brani inediti “Welcome Mr. President” e “Il presidente di tutto il mondo”.

La mia generazione è sicuramente cresciuta con le canzoni degli 883, dove si raccontavano le storie in cui tutti noi ci siamo un po’ immedesimati. L’album di esordio sicuramente con “Non me la menare”, “S’incazza”, “Con un deca” o con quello successivo con “Rotta per casa di dio”, “Nella notte”, “Cumuli”…

Di certo guardando indietro, la loro musica pur essendo commerciale riusciva a parlare delle vita di tutti i giorni con ritornelli che ti entravano in testa e non se ne andavano facilmente, senza mai essere banali.

Gli inediti forse non sono troppo trascinanti e si inseriscono bene sulla scia degli ultimi due album di Pezzali, che ha dichiarato che questo sarà l’ultimo lavoro prodotto dalla Warner Bros.

Avrei voluto dare un voto alto all’album, ma non posso. Per un disco celebrativo mi aspettavo nuovi arrangiamenti ed invece le canzoni sono sempre quelle in cui sono stati inseriti i duetti che mostrano che le qualità canore di Pezzali non sono eccelse, con i suoi improbabili accenti e la sua sillabazione caratteristica.

Certo è che mi ha fatto tornare indietro di 20 anni, alla mia adolescenza, all’estate al mare del 1993 con “Nord sud ovest est” e “Sei un mito” o a quella del 1995 con “Tieni il tempo”.

 

Max 20: nuovo album di Max Pezzali
Recensito da Maria Alessia Del Vescovo il
.
In breve:
‘Max 20’, il nuovo album di Max Pezzali celebrativo dei 21 anni di carriera, con 14 duetti e 5 inediti.
Voto: 3 su 5.

Tag:

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.