L'azienda ricorre al nuovo mezzo di finanziamento

Minibond: prima emissione in Toscana (6 milioni di euro) dell’azienda Le Oru del gruppo Imer di Poggibonsi

di Redazione - - Economia

OLYMPUS DIGITAL CAMERASIENA – Le Oru, azienda di macchinari per l’edilizia (impianti e autobetoniere) controllata dal gruppo Imer Group di Poggibonsi (Siena)  subito dopo la prima decade di gennaio 2015, quoterà mini-bond per6 mln di euro con tasso tra 5 e 6% su un periodo di cinque anni. Sarà la prima azienda toscana a farlo. Il bond servirà per finanziare un progetto industriale mirato all’applicazione di nuove tecnologie per competere meglio su nuovi mercati emergenti esteri. L’azienda in vista della quotazione ha ottenuto rating favorevole dall’ente Cerved.

Il ricorso ai minibond costituisce uno dei mezzi di finanziamento alternativo al prestito bancario, sempre più oneroso e difficile. Abbiamo rilevato in passato, spiegando i vantaggi di questo sistema, che anche l’Unione europea ha sollecitato il ricorso allo strumento dei minibond da parte delle piccole e medie imprese.

Con questa operazione la capoholding Imer (95,8 mln di ricavi nel 2013) è il primo gruppo industriale della Toscana che porta una sua società al mercato Extramot Pro, con cui la Borsa dà alle piccole e medie imprese opportunità di finanziamento alternative al mercato bancario. «Questo è il primo caso in Toscana di emissione di mini-bond da parte di un gruppo industriale. Nella regione sono molte le imprese che guardano a questa modalità di finanziamento dei loro progetti industriali», ha spiegato il presidente di Confindustria Chianti, Claudio Tongiani .

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.