E secondo i meteorologi il tempo migliora

Pasquetta 2015 a Firenze e in Toscana: apertura straordinaria per Uffizi e musei statali, Giochi di Carnasciale, il Palio delle Botti e gli Sbandieratori

di Domenico Coviello - - Primo piano

Stampa Stampa
Volterra, gli sbandieratori

Volterra, gli sbandieratori

FIRENZE – Intanto diciamo che il tempo migliorerà. I meteorologi concordano sul fatto che il cielo tornerà sereno e la temperatura si alzerà sensibilmente anche per l’attenuarsi del vento che ha reso Pasqua più simile a un giorno di gennaio che di aprile. Il ritorno del sole e di un clima che dovrebbe essere più in sintonia con la primavera favoriranno qualche puntata in campagna e magari anche sulla costa, da Massa Carrara a Grosseto, dove le presenze, sabato e domenica, sono state assai limitate.

I Giochi di Carnasciale alle Cascine – Ultima giornata, lunedì 6 aprile, per la manifestazione al Prato delle Cornacchie. A ingresso libero si potrà assistere a gare di cucina medievale, tornei di scherma in costume, sbandieratori, figuranti, cortei e danze, giochi d’arme a cavallo, esibizioni di falconieri e addestratori di uccelli rapaci. Clicca qui per il programma completo con gli orari.

Musei aperti: Uffizi, Accademia, Boboli e altri – Anche a Pasquetta sono aperti e visitabili, ma  a pagamento e non gratuitamente come a Pasqua, gli Uffizi, la Galleria dell’Accademia, il Giardino di Boboli, la Galleria del Costume, il Museo degli Argenti, il Museo del Bargello, il Museo di San Marco e il Museo di Orsanmichele. Clicca qui per tutte le informazioni.

BIBBONA

Festa del Cedro e Palio delle Botti – La festa si svolge come sempre il lunedì di Pasqua nel centro storico di Bibbona. Sarà allestito un mercatino di artigianato artistico e di prodotti tipici locali, compreso il cedro, a cui è dedicata la manifestazione. Nel pomeriggio viene organizzata la tradizionale tombolata in piazza, ma anche giochi paesani, concerti e degustazioni. La serata prosegue con il corteo in costume e con l’appuntamento con il Palio delle Botti.

VOLTERRA

Sbandieratori per la Primavera – È la tradizionale sbandierata del Lunedì di Pasqua.  L’omaggio ha origini antichissime e si rifà ad un rito pagano: in occasione dell’equinozio di primavera, il popolo volterrano festeggiava il passaggio dal buio alla luce rendendo omaggio al risveglio della natura. Clicca qui per tutte le informazioni.

SANTA MARIA A MONTE

La processione delle Paniere – Si tratta di una festa dedicata alla Beata Diana, patrona del paese del Pisano, vissuta a cavallo tra il XIII e il XIV secolo. La tradizione vuole che Diana trasformò il pane in fiori e poi ancora in pane per farne dono ai poveri. A questo fatto si ispira la processione delle paniere: così infatti sono chiamate le ceste di fiori trasportate dalle ragazze che il pomeriggio del Lunedì di Pasqua (giorno della morte di della Beata Diana), sfilano per le vie del centro storico.

CASOLE D’ELSA

Fiera e mercatini – Dal mattino alla sera a Casole d’Elsa sarà possibile passeggiare tra i banchi degli antiquari, degli artigiani e dei produttori locali. Una fiera per riscoprire le cose del passato e trovare interessanti occasioni da non perdere per collezionisti e non.

SAN MARTINO SUL FIORA

Sagra dell’Agnello – Per l’enogastronomia, torna fino al Lunedì di Pasqua a San Martino sul Fiora la Sagra dell’agnello; a Manciano, invece, sempre lunedì 6 aprile, la Pro loco organizza il pranzo di Pasquetta al Laghetto del Maggiolini dalle ore 12.30 .

MONTE ARGENTARIO

Pasqua in barca a vela – Proseguono fino a Pasquetta le regate per la 28ª edizione di Pasquavela, il tradizionale appuntamento velico riservato a barche d’altura IRC, ORCi e monotipi, organizzata dallo Yacht Club Santo Stefano all’Argentario.

Museo Casa Vasari ad Arezzo

Museo Casa Vasari ad Arezzo

 

I MUSEI DEL POLO MUSEALE REGIONALE APERTI A PASQUETTA

Ecco musei, aree e parchi archeologici dello Stato afferenti al Polo Museale Regionale della Toscana che resteranno aperti anche il Lunedì di Pasqua 6 aprile.

 Arezzo – In provincia di Arezzo si potrà visitare il Museo Statale delle Arti e Tradizioni Popolari dell’Alta Valle del Tevere (Palazzo Taglieschi) di Anghiari dalle 9 alle 18; ad Arezzo saranno aperti, dalle 8.30 alle 13.30, il Museo Archeologico Statale G. Cilnio Mecenate e il Museo di Casa Vasari, mentre il Museo Statale di Arte Medievale e Moderna sarà aperto dalle 14.15 alle 19.15. Infine sempre ad Arezzo apertura della Cappella Bacci, nella chiesa di San Francesco, con gli affreschi di Piero della Francesca, dalle 9 alle 19.

Firenze – Oltre al Museo di San Marco (aperto dalle 8.15 alle 13.50), si possono visitare la Villa medicea della Petraia (dalle 8.15 alle 18.30), il Museo Archeologico Nazionale (lunedì dalle 8.30 alle 14) e la Villa medicea e Museo storico della caccia e del territorio di Cerreto Guidi dalle 9 alle 18.

Livorno – A Portoferraio (Isola d’Elba) funzioneranno a pieno regime i musei nazionali delle residenze napoleoniche: Villa San Martino e la Palazzina dei Mulini. Queste saranno visitabili dalle 8.30, ma Villa San Martino chiuderà alle 13.30 e la Palazzina dei Mulini alle 19.30.

Lucca – A Lucca si potrà visitare il Museo Nazionale di Palazzo Mansi dalle 13.30 alle 19.30.

Pisa – Il Museo Nazionale della Certosa Monumentale di Pisa, a Calci, resterà aperto dalle 8.30 alle 13.30.

Pistoia – In provincia di Pistoia sarà aperto il Museo Nazionale di Casa Giusti a Monsummano Terme con orario 8-14 e 15-18; a Pistoia resteranno aperti l’ex-Oratorio del Tau e l’ex-Oratorio di San Desiderio, entrambi con orario 8.15-13.30.

Prato – Anche la Villa medicea e Museo della natura morta di Poggio a Caiano sarà visitabile con orario sempre dalle 8.15 alle 1 – 8.30.

Siena – Infine a Siena apertura mattutina (ore 9-13) per la Pinacoteca Nazionale.

Tag:, , ,

Domenico Coviello

Domenico Coviello

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.