L'incidente stamani, 5 aprile, intorno alle 9

Sciatore toscano muore travolto da una slavina al Corno alle Scale. Un altro è rimasto ferito

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

Riorganizzazione delle centrali del 118 in ToscanaBOLOGNA – Travolti da una slavina due toscani che stavano sciando fuori pista nella zona del Corno alle Scale, in provincia di Bologna. Uno è morto e l’altro è ricoverato non in gravi condizioni all’ospedale Maggiore di Bologna. La vittima si chiamava Cesare Paoletti, 49 anni, era nato a Firenze ma risiedeva in provincia di Pistoia. Il ferito è un 53enne di Prato.  Come riferisce  il Soccorso alpino dell’Emilia-Romagna, sulle cause dell’incidente, avvenuto intorno alle 9 di stamani, 5 aprile, sono ancora in corso accertamenti.   Il 118 è intervenuto con ambulanze, automedica e gli elicotteri sanitari di Bologna e Pavullo. Il Saer ha riferito inoltre che si sono concluse senza esito le ricerche di una persona dispersa, ipotesi fatta in un primo momento. L’allarme, in quel caso, è rientrato.

Cesare Paoletti era membro del Club alpino italiano e istruttore di sci alpino, e aveva fatto parte del Soccorso
Alpino della Montagna pistoiese. Sposato e nella vita consulente del lavoro, era un profondo conoscitore della montagna e proprio dell’area di
Appennino bolognese in cui è avvenuta la tragedia. L’uomo, si è poi saputo, non aveva chiamato solo il 118 per chiedere aiuto per sè e per lo sciatore di Prato con cui condivideva l’escursione, ma anche un amico del Soccorso alpino pistoiese, al quale aveva spiegato cosa gli era accaduto,
cercando di tranquillizzarlo. Una telefonata seguita da altre, in attesa dei soccorsi, ma nell’ultima, ha raccontato l’amico, la sua voce era già molto flebile.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.