Dal 27 aprile al 28 giugno 2015

78° Maggio Musicale Fiorentino: gratis 66 eventi della manifestazione «Intorno al Festival»

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Un concerto del Maggio nel Museo di Palazzo Pitti

Un concerto del Maggio nel Museo di Palazzo Pitti

FIRENZE – È stato presentato il programma definitivo della manifestazione «Intorno al Festival», che raccoglie una variegata congerie di iniziative in biblioteche, musei e altri luoghi di interesse artistico collegate al 78° Maggio Musicale Fiorentino; tutti gli eventi sono a ingresso gratuito (nel caso non lo siano, il prezzo è quello dell’ingresso del museo in cui si tengono, comprensivo della visita al museo stesso).

L’intento di fondo, anche quest’anno, è quello di approfondire i temi delle opere presentate al Maggio ed aiutare il pubblico di tutte le età ad ampliare le proprie conoscenze.

Non di rado l’incontro o il concerto danno l’occasione di accedere ad alcuni luoghi fra i più belli e non sempre più frequentati della nostra città: il Museo Stibbert, il Museo di Casa Martelli, il nuovo Museo del Novecento, la casa-museo di Palazzo Davanzati, la poco nota chiesa di San Giovannino de’ Cavalieri, svariate ville disseminate nei quartieri fuori dal centro, alcune biblioteche, oltre all’Aula magna dell’Università di Firenze (dove l’8 giugno alle 17.30 il Maestro Nicola Piovani terrà una conferenza dal titolo «L’opera è bella», che si propone di dimostrare ai giovani come qualmente l’opera, lungi dall’essere barboso intrattenimento da barbogi, sia vitale e divertente).

Alcuni incontri col pubblico sono in forma di conversazione-concerto per spiegare le opere in cartellone o anche per divertirsi ad esaminarle da un punto di vista inconsueto, in collaborazione con vari enti ed associazioni esterni (confermate le collaborazioni col Deutsches Institut Florenz e il British Institute of Florence).

Da rilevare il progetto teso a evidenziare la nascita dell’opera proprio nella nostra città (con gli allievi di canto rinascimentale e barocco del Conservatorio, al Museo di Palazzo Davanzati, 17 maggio e 6 giugno) e la giornata di studi, il 23 maggio, intorno a Benjamin Britten, il cui «Giro di vite» (opera in cartellone dal 22 maggio) debuttò proprio al Maggio, nel 1954, nel Teatro della Pergola.

Si conferma anche il ciclo cinematografico (all’Alfieri, curatore Gabriele Rizza) dall’accattivante titolo «Henry, ti presento James» (Henry James è l’autore del soggetto del «Giro di vite», oltre ad essere un artista che, come Britten, ha avuto un rapporto intenso con Firenze).

Il 26 aprile, vigilia dell’inaugurazione del 78° Maggio, ci sarà «Musica nella città»: 8 bande di Firenze e dintorni suoneranno per le strade musiche del periodo di Firenze capitale; poi convergeranno davanti al nuovo teatro per eseguire l’inno alla gioia» dalla Nona sinfonia di Beethoven (autore con cui si apre il festival).

Confermata anche la pratica delle “Guide all’ascolto”, conferenze introduttive (tenute da specialisti, ma con taglio divulgativo) agli spettacoli in  cartellone al Maggio: l’appuntamento con queste è nel foyer del teatro 45 minuti prima degli spettacoli.

Il calendario completo delle iniziative è online sul sito dell’Opera di Firenze

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.