Azzurri spenti senza Sarri in panchina (era squalificato)

Empoli travolto dalla Lazio (4-0) che scavalca la Roma ed è seconda in classifica Pagelle

di Redazione - - Sport

Stampa Stampa
Maurizio Sarri, allenatore dell'Empoli, all'Olimpico non è andato in panchina per squalifica (Foto Giacomo Morini)

Maurizio Sarri, allenatore dell’Empoli, all’Olimpico non è andato in panchina per squalifica (Foto Giacomo Morini)

ROMA – L’Olimpico in festa per la Lazio al secondo posto (richiamano il film “Il sorpasso”: regia di Stefano Pioli, attori protagonisti quelli con l’aquila sulla maglia) coincide con una giornataccia dell’Empoli, colpito a freddo dopo 4 minuti e stordito dalla rete di Mauri. L’ottavo successo di fila biancoceleste (eguagliate le serie positive di Tommaso Maestrelli, stagione ’72-’73 e DelioRossi, ’06-’07, prossimo obiettivo i nove successi di Sven Goran Eriksson, campionato ’98-’99) porta Klose e compagni a +1 sui ‘cugini’, materializzando gli incubi della Roma di fede giallorossa.

Il 4-0 certifica lo stato di salute straripante di un gruppo che sta andando oltre le più ottimistiche aspettative del suo tecnico e di tutto l’ambiente. L’Empoli senza Sarri in panchina (squalificato) è stato penalizzato dagli episodi iniziali eppoi non è più riuscito a riprendersi. Una sconfitta di questo tipo, comunque, non deve far passare in secondo piano i meriti9 di una f0ormazione operaia che ha onorato er moltissime domeniche il suo campionato. Pr la Lazio, unici nei di un pomeriggio altrimenti perfetto, l’infortunio al ginocchio sinistro di Stefan de Vrij (distorsione la prima diagnosi) che, al 40′ del primo tempo, ha costretto il difensore olandese ad uscire, e l’espulsione stupidamente rimediata dal suo sostituto, Diego Novaretti, per doppia ammonizione. Pioli si ritrova così con la difesa decimata, sabato contro la Juventus, visto che anche Cavanda (diffidato) è stato ammonito. C’è poi da registrare la possibile frattura di una costola per Parolo.

L’Empoli, di solito abile a rendere difficile la vita degli avversari grazie alla ferrea disciplina tattica, appare svuotato di energie e disordinato. Quasi che l’assenza in panchina, per squalifica, di Maurizio Sarril’avesse improvvisamente privato del suo faro. Cavanda ha vestito i panni di assist-man. Suoi i cross dalla destra con cui la Lazio ha sbloccato subito il risultato (con Mauri pronto di testa ad anticipare Hysaj) e poi lo ha messo alsicuro (31′, Klose più in alto dello scarso Tonelli e Sepe ancora battuto). Il gran destro di Candreva dai 35 metri è la ciliegina sulla torta di un primo tempo dominato.   In avvio di ripresa Francesco Calzona, sostituto di Sarri, ha tolto Croce per inserire Zielinski. Ma già all’8′ è arrivato il 4-0 (palla rubata da Klose a Tonelli, indietro per Felipe Anderson che al secondo tentativo ha battuto Sepe). Al 13′ l’espulsione di Novaretti – in risposta Pioli ha tolto Klose perCiani – ha ridato un po’ di vigore alla manovra dell’Empoli, che però è riuscito solo a collezionare qualche angolo. Merito anche di Berisha, bravo prima a deviare in angolo una punizione di Valdifiori, poi a respingere di piede su Maccarone. Troppo poco per guastare la festa dell’Olimpico, pazzo di gioia per il secondo posto tolto alla Roma.

Tabellino e pagelle

LAZIO(4-2-3-1): Berisha 7, Cavanda 7, De Vrij 6.5 (40′ pt Novaretti 5), Cana 6, Lulic 6, Biglia 6.5, Parolo 6.5 (34′ st Cataldi sv), Candreva 7, Mauri 7, F.Anderson 7, Klose 6.5 (15′ st Ciani 6). All.: Pioli 7.5.

EMPOLI (4-3-1-2): Sepe 5, Hysaj 5, Rugani 5, Tonelli 4.5, Mario Rui 5 (22′ st Laurini 5.5), Vecino 5 (10′ st Signorelli 5), Valdifiori 5.5, Croce 5 (1′ st Zielinski 5), Saponara 5, Maccarone 5.5, Pucciarelli 5.5. All.: Calzona (Sarri squalificato) 5.

Arbitro: Peruzzo di Schio 6

Marcatori: nel pt 4′ Mauri, 31′ Klose, 44′ Candreva; nel st 8′ Felipe Anderson

Espulso: Novaretti per doppia ammonizione

Ammoniti: Klose, Cana e Cavanda per gioco falloso

Spettatori: 50.000 circa

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.