In Ucraina problemi di ordine pubblico e di malavita comune

Europa League: Fiorentina a Kiev, ambiente caldo. La società viola mette in guardia i tifosi che seguiranno la squadra

di Massimiliano Mugnaini - - Sport

Stampa Stampa
Pizarro torna titolare a Kiev contro la Dinamo

Pizarro torna titolare a Kiev contro la Dinamo

FIRENZE. Non saranno moltissimi (poco più di un centinaio, per il basso numero di prenotazioni l’Accvc è stata anche costretta ad annullare il charter che voleva organizzare) ma la Fiorentina si preoccupa dei suoi tifosi che seguiranno la squadra giovedì a Kiev per l’andata dei quarti di finale tra la Dinamo e la squadra di Montella. Ma prima di procedere ecco la notizia che farà piacere ai tifosi: Manuel Pasqual ha rinnovato il contratto con la Fiorentina fino al 2016. E ora procediamo con le notizie sulla partita di Europa League, in programma giovedì 16 alle 21,05, con annessi e connessi.

ATTENZIONE. Con un comunicato sul proprio sito ufficiale, il club viola invita chi andrà in Ucraina a fare molta attenzione. «Evitate le manifestazioni pubbliche e gli assembramenti – scrive la Fiorentina – Anche quelle che sembrano pacifiche potrebbero non esserlo» pensando alla particolare situazione geo-politica del paese in cui ci sono ancora dei focolai di guerra, anche se lontano dalla capitale.

SCIARPE. Occhio anche a indossare i colori della Fiorentina, «perché potrebbero provocare gli ultras locali». E’ consigliabile poi tenere «oggetti di valore e denaro al sicuro». E ovviamente attenzione alle truffe. «Quella più comune consiste nel far cadere un portafoglio o un portamonete di fronte ad un turista; il criminale “trova” i soldi e chiede al turista se siano suoi e se voglia fare a metà per poi derubare il malcapitato». «Non bisogna poi perdere di vista la propria carta di credito durante le transazioni, nel caso di noleggio di automobili evitare di lasciare al loro interno documenti o soldi e utilizzare soltanto i taxi ufficiali».

IARMOLENKO. Montella e suoi dovranno invece stare attenti ai pericoli sul campo. Sulla carta la Dinamo Kiev è meno forte dei viola ma è comunque una squadra da non sottovalutare. Domenica ha pareggiato in casa, però è saldamente in testa al campionato ucraino e il tecnico Rebrov può contare su diversi buoni giocatori e una stella, il trequartista Andriy Iarmolenko. Senza contare che lo stadio sarà caldissimo: l’Olimpico può contenere oltre 70.500 spettatori e giovedì sarà completamente esaurito.

PIZARRO. I viola partiranno domani, mercoledì 15 aprile, nel pomeriggio anche perché la consueta conferenza stampa pre-europea di Montella e di un giocatore è in programma a Kiev. Di sicuro il tecnico potrà tornare a contare su Pizarro e si tratta sicuramente di un rienro importante: potrebbe però scegliere per un’esclusione eccellente a centrocampo, quella di Borja Valero che anche domenica a Napoli non è apparso brillante.

ARBITRO. Dovrebbe essere riproposto il 3-5-2 con la coppia Gomez-Salah in attacco anche se l’allenatore medita qualche sorpresa per cercare di invertire il trend delle ultime due partite. Intanto è stato designato l’arbitro. A Kiev fischierà il polacco Szymon Marciniak. Gli assistenti saranno Sokolnicki e Listkiewicz, stessa nazionalità.

Tag:, ,

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.