Necessaria la laurea breve

Europa: concorso per 80 posti. Cercasi funzionari UE per lavorare in Lussemburgo

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
Commissione europea

Commissione europea

BRUXELLES – Bando di concorso pubblico appena indetto dall’Epso, l’Ufficio Europeo di Selezione del Personale: l’Ente ha reso disponibili 80 posti di lavoro, con sede a Lussemburgo, presso diversi organismi. Il trattamento retributivo previsto è di 4300 Euro al mese, e le assunzioni avverranno in qualità di Amministratori nel settore Audit. Le selezioni sono rivolte a laureati e giovani professionisti, anche privi d’esperienza; la scadenza per l’invio delle domande sarà il 28 aprile 2015. Vediamo nel dettaglio come partecipare e con quali requisiti.

TITOLO DI STUDIO – Possesso di una laurea di primo livello (triennale) o superiore, già conseguita, o da conseguirsi entro il 31 luglio 2015; in alternativa, dovranno avere una formazione professionale o il possesso di una qualifica (diploma) di livello equivalente alla formazione universitaria.

CITTADINANZA – Possesso di cittadinanza di un Paese membro dell’UE, godimento dei diritti civili e posizione regolare rispetto agli obblighi militari. Possesso dei requisiti morali inerenti la questione da svolgere.

LINGUE – Buona conoscenza di una lingua estera a scelta tra Inglese, Francese e Tedesco.

PROFILO – Il profilo professionale che si andrà a ricoprire, nel dettaglio, è quello dell’Internal Auditor (professionista della consulenza interna all’Ente/Azienda), grado AD5: si tratta di una figura che opera a contatto con i vertici del management , cruciale sia per individuare programmi che ottimizzino l’organizzazione, sia per garantire la prevenzione delle frodi, quindi correttezza, trasparenza e solidità, nei confronti di soggetti esterni.
I settori operativi dell’Auditor sono, dunque, corporate governance e risk management, e l’importanza del suo ruolo è direttamente proporzionale alla complessità dell’organismo entro il quale è collocato.
Oltre ai requisiti sopra elencati, sarà dunque fondamentale, per chi aspira a tale impiego, possedere delle approfondite conoscenze nel campo del diritto, della Pubblica Amministrazione, della finanza e dell’economia, oltre a competenze in materia di gestione aziendale, di contabilità avanzata ed informatica, e ad ottime doti di problem solving.

TEST PRE-SELETTIVO – Una  prova preselettiva che sarà svolta su computer, e riguarderà test logico-attitudinali a scelta multipla.

ESERCIZIO E-TRAY – La seconda prova sarà un esercizio e-tray, in Inglese, Francese o tedesco (a seconda della scelta): si tratta test specificamente progettati per misurare capacità lavorative come organizzazione e definizione di priorità, analisi, comunicazione con i membri del team ed i soggetti esterni, abilità di comunicazione scritta.

ASSESTMENT CENTER – La terza prova sarà un Assestment Center, sempre in lingua straniera, della durata di 1 giornata, da svolgere presso un centro di valutazione: nel dettaglio, si tratta di esercitazioni che simulano la realtà operativa ed organizzativa di un ente, consentendo la rilevazione dei comportamenti messi in atto dagli aspiranti.

SCADENZA – Le domande dovranno essere inoltrate entro le ore 12.00 del 28 aprile 2015, tramite apposita procedura online presente nel portale web dell’Epso, nel quale potrete consultare l’esistenza e le modalità di partecipazione a diversi altri concorsi.

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.