Oggi pomeriggio 15 aprile

Firenze, decine di sfrattati tentano di «occupare» Piazza Signoria. «Nardella requisisca le troppe case vuote in città»

di Domenico Coviello - - Cronaca, Top News

Stampa Stampa
Via Roma, sit-in degli sfrattati in mezzo ai turisti

Via Roma, sit-in degli sfrattati in mezzo ai turisti

FIRENZE – Alcune decine di militanti del Movimento di lotta per la casa hanno cercato di montare delle tende in piazza Signoria, nel pomeriggio di oggi 15 aprile, ma sono stati allontanati dalla polizia. Per protesta hanno quindi inscenato un breve corteo fra via Roma, via Calzaiuoli e altre strade principali del centro storico, presidiato da forze dell’ordine in tenuta antisommossa, il tutto sotto gli occhi di un gran numero di turisti.

Non sono mancati momenti di tensione, quando i manifestanti sono stati respinti indietro con gli scudi dagli agenti che hanno impedito l’«occupazione» di piazza Signoria. Il corteo dei militanti del movimento di lotta per la casa è quindi terminato con un sit-in nel centro storico. Alla fine i manifestanti hanno ottenuto un incontro tra una delegazione del movimento di lotta per la casa e l’assessore comunale al Welfare, Sara Funaro, fissato per venerdì 24 aprile nella sede della direzione dei servizi sociali. Al centro del confronto, viene spiegato in una nota del Comune, i temi dell’ «emergenza abitativa» e «alcune richieste avanzate dal movimento».

Alla base della protesta dei militanti del Movimento di lotta per la casa il fatto che «ogni mese 100 famiglie subiscono uno sfratto per morosità – è scritto in un volantino consegnato a passanti e turisti -. Salari bassi, disoccupazione record e precarietà infinita rendono sempre più difficile permettersi un affitto a prezzo di mercato». «Si stima che nel Comune di Firenze ci siano 11 mila case vuote e decine di stabili sfitti da anni – sostengono i manifestanti -. È nei poteri del sindaco avviare un piano di requisizioni degli immobili sfitti da anni di proprietà di banche, assicurazioni immobiliari, e grandi speculatori».

Tag:,

Domenico Coviello

Domenico Coviello

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.