Nuove metodi introdotti dall'Istat

Firenze, censimento: rilevazioni Istat sperimentali su 4.700 famiglie. Il via dalla prossima settimana

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

censim

FIRENZE – È partita anche a Firenze la “Rilevazione sperimentale di Conteggio della popolazione e delle abitazioni” che riguarderà solo un campione di 4.700 famiglie residenti nel nostro Comune. L’Istat ha progettato il censimento permanente della popolazione e delle abitazioni con l’obiettivo di produrre informazioni a livello territoriale a cadenza annuale anziché decennale. Questo consentirà una forte riduzione dei costi, un minore disturbo per le famiglie e un impatto organizzativo meno oneroso per i Comuni, che affiancano l’Istat nell’esecuzione del censimento.
Nell’ambito delle attività preparatorie all’introduzione del censimento permanente della popolazione e delle abitazioni l’Istat ha progettato una rilevazione sperimentale allo scopo di mettere a punto l’organizzazione, i metodi e le tecniche previste per l’effettuazione dell’operazione. Il Comune di Firenze rientra fra quelli coinvolti nella fase sperimentale.
Le rilevazioni saranno due. Una sarà dedicata alla verifica quantitativa della consistenza dell’anagrafe della popolazione residente, cioè quanto l’anagrafe sia affetta da errori di sovracopertura o di sottocopertura. L’altra sarà dedicata alla raccolta dei dati sulle caratteristiche economiche e sociali della popolazione, compresi alcuni aspetti sulle condizioni di vita, e alle caratteristiche delle abitazioni e degli edifici.
Proprio per mettere a punto una macchina così complessa sono state avviate due indagini sperimentali, denominate C-sample (conteggio) e D-sample (dati) per testare le metodologie, le procedure e i tempi. In questi giorni a Firenze prende avvio l’indagine sperimentale C-sample, per la quale sono stati selezionati 22 dipendenti comunali, riconoscibili per il cartellino di riconoscimento, che saranno sul campo nelle 56 sezioni campione (circa 4.700 famiglie con circa 9.000 componenti), affiggeranno avvisi negli androni dei palazzi interessati dalla rilevazione e lasceranno nella buchetta della posta una lettera informativa per la famiglia.
Dalla prossima settimana cominceranno le visite presso le abitazioni per compilare un breve questionario. I rilevatori saranno dotati di computer portatili e tablet con i quali provvederanno, insieme alle famiglie, alla compilazione dei questionari.
Per la massima sicurezza dei cittadini, saranno dotati di un tesserino plastificato con fotografia, rilasciato dall’Istat, timbrato e firmato dal Comune di Firenze. In ogni caso, qualora sorgessero dubbi o domande, i cittadini possono telefonare al numero verde ISTAT 800.13.94.00 o al Comune di Firenze.
Infatti, oltre che sulla visita dei rilevatori, i fiorentini possono contare sul supporto garantito dall’ufficio comunale di statistica, che si trova in via de’ Perfetti Ricasoli 74, con orario dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 18,00. E’ possibile telefonare ai numeri 055 328 2203 – 2257 nei medesimi orari, oppure inviare una email a censimento@comune.fi.it .
A partire dalle prossime settimane prenderà avvio anche la rilevazione sperimentale D-sample, con caratteristiche molto diverse. A casa delle circa 2.900 famiglie residenti estratte per sorteggio verrà recapitata per posta ordinaria una lettera dell’Istat con le credenziali per compilare il questionario censuario direttamente via internet. Anche in questo caso, i cittadini che avranno necessità potranno rivolgersi di persona o per telefono all’ufficio comunale per un supporto nella compilazione.
Il termine per la conclusione della rilevazione C-sample è fissato al 14 giugno. Quello per la rilevazione D-sample al 7 luglio.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.