Preoccupano le ultime notizie dalla Libia

Toscana, il Governatore Rossi si allarma: gli immigrati cominciano a diventare troppi. Annunciati massicci arrivi

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa
Il governatore della Toscana Enrico Rossi

Il governatore della Toscana Enrico Rossi

FIRENZE – Servono “risposte a livello governativo, europeo e occidentale. Noi non ci rifiutiamo di fare la nostra parte”, ma “oltre un certo livello non possiamo andare”. Lo ha detto il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, probabilmente dopo le ultime notizie o indiscrezioni in arrivo dalla Libia, parlando oggi, 20 aprile, con i giornalisti. “Siamo davanti a una catastrofe umanitaria con centinaia di migliaia di persone che si stanno dirigendo verso l’Europa attraverso l’Italia, per cui i nuovi arrivi di profughi in Toscana sono destinati ad aumentare. Siamo disposti a fare la nostra parte – ha aggiunto – a condizione che oltre un limite, che vogliamo mettere, ci sia un assunzione di responsabilità superiore. Ci vengano dette quali sono le strategie più ampie rispetto a quanto avviene”.

Rossi ha sottolineato che in Toscana “siamo contrari a usare  grandi strutture, caserme, campeggi o quant’altro. Siamo per un’accoglienza graduata che stia nei limiti dell’umanità nei confronti di chi viene e di chi accoglie. Non ci possiamo caricare sulle nostre spalle problemi che riguardano tutta l’Europa e il mondo occidentale”. Rossi ha poi aggiunto che “purtroppo Maroni, che è il padre putativo di altri provvedimenti, ha firmato a Dublino nel 2011 un accordo che prevede che ci rinviino” i migranti “e che ognuno, tra gli Stati europei, si tenga i suoi”. Questo, ha aggiunto, è “l’opposto del principio di solidarietà che un continente dovrebbe avere rispetto ad una catastrofe umanitaria che sta coinvolgendo il mondo che ci circonda, che parte dall’Ucraina e arriva fino alla Libia”

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.