Sarà la base operativa dove lavoreranno oltre 100 tecnici

Isola del Giglio, arriva la nave Micoperi 30. Ripulirà i fondali devastati dal relitto della Concordia

di Sandro Addario - - Cronaca, Economia, Top News

Stampa Stampa

ISOLA DEL GIGLIO (GR) – È attesa nelle prime ore di oggi 22 aprile davanti all’isola del Giglio, la nave cantiere «Micoperi 30», che sarà impiegata per la pulizia dei fondali nei pressi del porto, dopo la rimozione del relitto della Costa Concordia, incagliata su un fianco il 13 gennaio 2012 e portata via il 23 luglio 2014 per essere demolita a Genova.

Micoperi 30 è l’ «ammiraglia» dei mezzi navali della società Micoperi di Ravenna, che insieme all’americana Titan, riuscì nella difficile «sfida» di rimettere in galleggiamento e quindi di trasportar via il colosso della Costa Crociere immobile davanti al Giglio dopo la tragedia del 2012 dove morirono 34 persone e oltre 4000 riuscirono, non senza difficoltà, a mettersi in salvo.

Micoperi 30 è partita alcune settimane fa dal porto di Ortona in Abruzzo, dove normalmente ha la sua base operativa. Dopo una sosta tecnica, la nave-cantiere sta in queste ore raggiungendo l’isola del Giglio. Lunga 121 metri e larga 29, dispone di una gru capace di sollevare centinaia di tonnellate. Verrà utilizzata come base per tutte le operazioni di pulizia dei fondali marini, dove la nave da crociera Concordia ha riversato di tutto: dai liquidi al contenuto di ciascuna cabina. Qualcosa come 120 mila metri cubi di rifiuti. ai quali si aggiungono oltre 200 «sacconi» di cemento da 90 tonnellate ciascuno, che sono serviti per «ancorare» il relitto della Concordia durante le operazioni di raddrizzamento.

Sarà un paziente lavoro – affidato alla stessa Micoperi srl – che durerà diversi mesi con l’impiego di oltre 100 persone a bordo. «Contiamo di lasciarla lavorare all’Isola del Giglio – dice a FirenzePost il patron di Micoperi Silvio Bartolotti – almeno fino alla fine di quest’anno 2015. Poi non ci dovrà essere sul fondo del mare neppure una moneta da un centesimo» dice sorridendo.

 

Tag:, , ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.