Non accolte le richieste delle opposizioni

Italicum: Mattarella firma e dà il via alla promulgazione della nuova legge elettorale

di Redazione - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa
La firma di Renzi su twitter

La firma di Renzi su twitter

ROMA – Mattarella ha firmato la legge elettorale e ha dato così il via alla promulgazione. Gli oppositori all’Italicum, in particolare Forza Italia e M5S avevano richiesto con forza che il capo dello Stato rimandasse la legge in Parlamento, ma ciò non è avvenuto, come era nelle previsioni.

RENZI – In attesa di quella del Colle in mattinata era arrivata la firma di Matteo Renzi che ha postato su twitter una foto di se stesso mentre sigla la riforma della legge elettorale.  Una firma importante. Dedicata a tutti quelli che ci hanno creduto, quando eravamo in pochi a farlo #Italicum pic.twitter.com/awPasnBX51 — Matteo Renzi (@matteorenzi) 6 Maggio 2015.

OPPOSIZIONI – Le opposizioni intanto cercheranno di organizzare una raccolta di firme per promuovere il referendum abrogativo. Stefano Quaranta, capogruppo di Sel in commissione Affari costituzionali della Camera, parlando con i cronisti a Montecitorio, ha affermato “Sfruttando il fatto  che la legge avrà efficacia dal luglio 2016, potremmo puntare ad un referendum pienamente abrogativo e non ad uno che ne cancella una parte. Molto probabilmente questo referendum sarebbe ammesso dalla Corte costituzionale e lo si potrebbe celebrare prima del luglio 2016. Oltretutto – sottolinea il parlamentare di Sel – con un referendum totalmente abrogativo si riuscirebbe a creare una mobilitazione tra i cittadini, facendo capire che questa legge è contro di loro”. A tal fine sarebbe però necessario che tutto il fronte dell’opposizione , da destra a sinistra, agisse compatto, ma non è una cosa semplice.

 

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.