Una giornata nel segno della politica, della cultura e dello spettacolo

Firenze: venerdì 8 maggio da The State of the Union con Renzi, a Festival d’Europa, Notte blu, Arcetri, e, nel dettaglio, tutto il programma

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Economia, Politica

Stampa Stampa
Matteo Renzi

Matteo Renzi

FIRENZE – I vertici dell’Europa si riuniscono a Firenze, venerdì 8 maggio, a Palazzo Vecchio, dove discuteranno delle politiche economiche, sociali e culturali, nella terza giornata di Festival d’Europa. Dalle ore 9.30, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, per la conferenza internazionale ”The State of the Union”,  organizzata dall’Istituto Universitario Europeo, si succederanno gli  interventi di ospiti quali Frans Timmermans, vicepresidente della  Commissione Europea (ore 10.00), Matteo Renzi, presidente del Consiglio (ore 12.00), Paolo Gentiloni, ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale (ore 14.30), Anthony Luzzatto Gardner, ambasciatore degli Stati Uniti presso l’Unione Europea (ore 14.30), Federica Mogherini, alto rappresentante dell’Unione Europea per gli Affari esteri e la politica di sicurezza (ore 16.45) e Pedro Passos Coelho, primo ministro portoghese (ore 17.30).

L’ambiente e le politiche di sostenibilità a livello europeo saranno protagoniste del terzo giorno di festival. In apertura di giornata, alle ore 9.30, presso il complesso di Santa Verdiana, si svolgerà il convegno ”Il contributo della ricerca europea sull’ambiente naturale e costruito del mondo”, dedicato alla sostenibilità dei programmi per l’ambiente, affrontando temi quali la gestione delle aree agricole per la rigenerazione integrata della città (fino alle  17.00 in  via dell’Agnolo). Tra gli ospiti Mariella Zoppi, coordinatrice dell’unità di ricerca ”Paesaggio, patrimonio culturale”, del Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze e Pier Angiolo Cetica, presidente del Centro Internazionale Studi Disegno Urbano. E continua, al Polo di Scienze sociali (Aula magna), il convegno ”Le  silenziose rivoluzioni culturali: educarsi con la mediazione del mondo”, organizzato dalla Fondazione Andrea Devoto. Ad aprire i lavori sarà l’Intervento di Don Luigi Ciotti dal titolo ”Giustizia sociale e  risveglio delle coscienze” (ore 9.30, via delle Pandette).

A Palazzo Medici Riccardi, alle ore 10.00, si terrà ”European Migration Network: una rete multilivello per l’analisi del fenomeno migratorio” l’occasione per presentare i nuovi progetti del network costituito dal Dipartimento di Scienze umane e sociali del Cnr, con interventi di Corrado Bonifazi, Manola Cherubini e Alessandro Gentilizi. Seguirà il convegno ”L’Europa e le competenze per la vita: potenziare il capitale umano” (ore 14.30).

Sempre alle ore 14.30, a Palazzo Medici Riccardi, si svolgerà il convegno ”Innovazione e sicurezza per la sostenibilità delle produzioni alimentari e delle risorse idriche. Presentazione di Prima – Partenariato per la ricerca e l’innovazione nell’area mediterranea” a cura di Angelo Riccaboni, rettore dell’Università di Siena. Prima (Partnership for Research and Innovation in the Mediterranean Area) è un’iniziativa europea che mira all’integrazione delle attività di ricerca dei paesi partner per l’attuazione di un programma di ricerca congiunto a livello scientifico, gestionale e finanziario per superare la frammentazione. Il partenariato coinvolge per la prima volta paesi Ue e paesi non Ue del Mediterraneo come Egitto, Giordania, Libano, Turchia su argomenti che riguardano food system e water resource (fino alle ore 18.30, Sala Pistelli).

Alle ore 10, il Liceo Leonardo da Vinci ospiterà ”Acqua da rispettare. Verso i cinquant’anni dall’alluvione di Firenze” un incontro a cui partecipano studenti, insegnanti delle scuole medie superiori e operatori del settore dedicato alle politiche e regole di gestione delle risorse idriche dell’Unione Europea. In programma gli interventi di Donatella Frilli, dirigente scolastica del Liceo Leonardo da Vinci; Mauro Perini, presidente WRF; Bernardo Mazzanti, funzionario dell’Autorità di bacino dell’Arno. A conclusione dell’incontro saranno presentati i  percorsi didattici e di prodotti multimediali sull’alluvione tra cui  il film di Mario Carbone “L’Alluvione di Firenze” (a cura del Festival dei Popoli).

Nella sede di PromoFirenze, in via del Castello d’Altafronte, 11, alle ore 14.30, si svolgerà il seminario ”Fundraising, crowdfunding e valutazione d’impatto: quali strategie per profit e nonprofit?”, un confronto sulle strategie di raccolta fondi e sulla valutazione d’impatto sociale ed economico dei progetti, mentre al Palagio di Parte Guelfa, alle ore 15.00, l’incontro ”L’Europa di domani, verso  la Federazione Europea”.

In piazza Santa Maria Novella prosegue il programma di eventi a cura dell’Agenzia Nazionale Erasmus+/Indire, dedicato al tema ”Crescere, formarsi, cooperare…”. In apertura, alle ore 10.00, l’appuntamento con ”Note d’Europa” e l’Orchestra della Scuola Ottone Rosai di Firenze; alle 11.00 è la volta di ”Sussurri e grida alle porte d’Europa”, performance teatrale nata da un adattamento delle Troiane di Euripide, a cura del Liceo Cagnazzi di Altamura di Bari sotto la direzione artistica di Fernando Balestra.

Nel pomeriggio il programma prevede, alle 15.00, l’incontro ”Tre agenzie nazionali, un unico programma” con i rappresentanti di Erasmus/Indire, Isfol, Ang, e, alle ore 15.30, ”Giovani alla prova: quando si dice formarsi in Europa!” con il racconto di alcune originali esperienze di tirocinio. Alle 16.30 sarà presentato ”Unescool”, progetto di cooperazione della Scuola Media

Viale della Resistenza di Cesena; poi ”Percorsi di giovani europei” sull’educazione non formale, volontariato e scambi giovanili. Dalle 18.00 sarà il momento di Meet – Movie for European Education and Training, con la proiezione di alcune produzioni audiovisive europee sulla scuola, la formazione, i giovani.

 

Chiusura, alle ore 19.30, con il concerto di Italian Killer, viaggio rap, e a seguire dj set. Tra gli eventi collaterali della sezione, si svolgerà ”I ragazzi Erasmus incontrano gli studenti delle scuole fiorentine”, ospitato dalle ore 10.30 nella Sala delle Ex Leopoldine (piazza Tasso 7), con la presentazione dell’ultimo cortometraggio realizzato da Erasmus Student Network.

Per la sezione di spettacoli del Festival d’Europa, e per la lunga Notte Blu, si comincerà, alle ore 8.30 alle Murate, con un’anteprima, l’incontro ”Casa Europa: Nice to Live With(in) Eu”, evento inserito nell’ambito del progetto di Anci Toscana ”I Participate”, pensato per promuovere il diritto di voto degli immigrati nelle elezioni locali (Sala delle Vetrate).

Alla Biblioteca di Scienze Sociali i racconti della cooperazione (10-13). Il palinsesto pomeridiano prevede: alle ore 16, ”Scarceriamoci” (Piazza Madonna della Neve) un tour visivo ed esperienziale, attraverso la storia delle Murate, guidato da artisti della commedia dell’arte e performance di teatro musicale; alle 18 doppio appuntamento con la proiezione del film ”Il pranzo di Ferragosto” (Galleria del Caffè Letteraio) e l’evento ”La forza della condivisione” (Sala delle Vetrate, Le Murate, fino alle 22.00), un’iniziativa inserita nel percorso partecipativo del progetto Ci.Vi.S.M. (il Circolo Virtuoso di Sant’Ambrogio e delle Murate) per una riflessione partecipata sul tema dell’economia della condivisione.

Alle 18.30 la Libreria Nardini ospiterà l’incontro ”Georgia e Armenia: turismo responsabile nel Caucaso”, mentre Anna Cudin, Giuliana Frasca, Samuel Osman saranno gli attori protagonisti di ”Carni fa carni, pani fa panza, vinu fa danza: racconti, immagini e sapori dalla Trinacria, ‘l’isola plurale” (Caffè Letterario, ore 20), performance teatrale nel quale la narrazione, le musiche e i consigli culinari regaleranno allo spettatore una serie di immagini di grande verità e suggestione. Alle 21 si terrà il Recital di Arie d’Opera (Semiottagono Le Murate, ore 21), mentre alle 21.30 sul palco del Caffè Letterario arriverà il gruppo Sirkania Folk con un programma ricco di canti, danze e musica popolare.

Nell’ambito della Notte Blu, La Citè ospiterà il concerto del gruppo rock Dazzle (ore 22), band di Firenze che trasforma il rock in teatro cantato, recitato e vissuto; mentre sul palco del Combo Social Club ci saranno I scream to cows, giovane rock band tutta al femminile, dalla personalità eclettica ed energica, attiva già da tempo sul territorio toscano (ore 22.30).

Tra gli eventi collaterali del festival, alle ore 20.30 presso l’Opera di Firenze ci sarà il recital del pianista Murray Perahia in collaborazione con il Maggio Musicale Fiorentino e Amici della Musica di Firenze. Perahia è tra i maggiori pianisti contemporanei, celebrità di livello internazionale.

Alle ore 21, presso l’Osservatorio Astrofisico di Arcetri, ci sarà ”L’Europa nello spazio: la missione Rosetta”, una conferenza di esperti sullo stato della missione Rosetta dell’Agenzia spaziale europea (ESA). La sonda Rosetta è attualmente in orbita intorno a una cometa e ne seguirà l’evoluzione al passaggio intorno al Sole; e l’osservazione diretta del cielo, da parte di tutto il pubblico presente e senza limiti di età, attraverso i telescopi (ingresso libero).

Sempre alle  21, al Teatro Verdi), concerto dedicato a Lena, Beethoven e Brahms di Stanislav Kochanovsky, Federico Colli, Orchestra Regionale Toscana. Infine, alle ore 21.15 presso il Teatro Arena Cinecittà (via Pisana 576) sarà in scena lo spettacolo teatrale ”La Città dentro del Sig. Vieusseux” drammaturgia inedita di Stefano Luci, a cura di associazione culturale Ciurma Storta Teatro (Ingresso a pagamento: 6 euro).

Il Festival d’Europa 2015 vede coinvolti in prima linea le maggiori Istituzioni europee, nazionali e locali quali: il Dipartimento Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’EuI, la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, l’Ufficio di Informazione del Parlamento Europeo in Italia, il Consiglio d’Europa, la Regione Toscana, il Comune di Firenze, la Città Metropolitana di Firenze, l’Agenzia Erasmus+ Italia/Indire, l’Università degli Studi di Firenze. Il Festival è realizzato con il supporto dell’Agenzia Nazionale per i Giovani. Il coordinamento è affidato a Fondazione Sistema Toscana.

 

 

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.