L'episodio durante la consegna delle chiavi a Ron Howard

Firenze: l’addetto stampa del sindaco Nardella spintona con violenza un giornalista. Dura nota del sindacato e dell’Ordine

di Redazione - - Cronaca, Politica, Top News

Stampa Stampa
Firenze, Palazzo Vecchio

Firenze, Palazzo Vecchio

FIRENZE – L’Associazione stampa Toscana e il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Toscana “appreso dell’inqualificabile episodio avvenuto questa mattina in Palazzo Vecchio durante la consegna delle ‘Chiavi della città’ a Ron Howard, esprime sdegno e stupore per il comportamento dell’addetto stampa del sindaco Dario Nardella, Marco Agnoletti, nei confronti di un collega dell’Ansa impegnato, insieme a tutti gli altri cronisti, nella registrazione di un’intervista al regista americano”.

“Agnoletti – prosegue la nota  – è intervenuto spintonando violentemente il collega, cercando con tutti i mezzi di allontanarlo per impedirgli di fare il suo lavoro di cronista. L’episodio è grave e ingiustificabile”. Per questo Ast e Odg della Toscana chiedono al sindaco “di prendere provvedimenti immediati rimuovendo Agnoletti dall’incarico considerato che, a questo punto, la sua presenza appare manifestamente incompatibile. Contemporaneamente sarà inviata la segnalazione di quanto avvenuto al Consiglio territoriale di disciplina per quanto di competenza”.

Quindi la nota del sindaco, Dario Nardella: “A proposito dell’episodio avvenuto nel Salone dei Dugento di Palazzo Vecchio alla fine della cerimonia di consegna delle Chiavi della città a Ron Howard, che ha visto coinvolti il portavoce del sindaco Marco Agnoletti e il giornalista dell’Ansa e a cui il sindaco ha assistito personalmente, il primo cittadino conferma piena fiducia al suo portavoce”. E’ quanto si legge in una nota diffusa in serata.   “La decisione – si legge ancora – è rafforzata dal video dell’episodio e dal colloquio del sindaco con gli agenti della Polizia municipale presenti e i testimoni che erano nei pressi”.

Le opposizioni insorgono. “Il portavoce del sindaco di Firenze che si permette di mettere le mani addosso a una persona che sta svolgendo il proprio lavoro è un qualcosa che non può essere tollerato, soprattutto all’interno di una sede istituzionale”. Lo scrivono in una nota i capigruppo delle opposizioni Francesco Torselli (FdI-An), Arianna Xekalos (M5S), Cristina Scaletti (Lfv), Tommaso Grassi (FaS), e Miriam Amato (Misto), commentando “quanto accaduto nei confronti di giornalista dell’Ansa ad opera del portavoce del sindaco e capo dell’ufficio stampa di Palazzo Vecchio”, dopo la consegna delle ‘Chiavi della città’ a Ron Howard in Comune. Per questo i firmatari della nota, che esprimono solidarietà al cronista, chiedono al sindaco Dario Nardella di riferire lunedì prossimo in Consiglio comunale definendo il comportamento del suo portavoce “vergognoso”.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.