Fra un mese l'edizione numero 88

Firenze, Pitti Uomo dal 16 al 19 giugno: e arriva il primo fashion film

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Economia, Spettacolo

Stampa Stampa
Dal 16 al 19 giugno Pitti Uomo, edizione numero 88

Dal 16 al 19 giugno Pitti Uomo, edizione numero 88

MILANO – Presentata oggi a Milano l’edizione 88 di Pitti Uomo, in programma dal 16 al 19 giugno alla Fortezza da Basso di Firenze. La voglia di colore e di un’estetica nuova sono alla base del ricco calendario del salone, il cui tema-guida è That’s Pitti Color, con un allestimento curato da Oliviero Baldini e il lancio del primo fashion film di Pitti firmato dal regista Luca Finotti.

Ci sarà anche una mostra sul colore curata dal magazine Living e il lancio di una collezione dedicata al colore oro, in vendita in un temporary shop in Fortezza. Come anticipato, il salone va oltre la separazione tra fiera dedicata alla moda uomo e moda donna: si spegne l’etichetta del salone femminile Pitti W_Woman Precollections, ma le collezioni donna saranno inserite comunque all’interno del salone, distribuite secondo un chiaro concetto stilistico.

Debutta così Open, un’area con 20 aziende dedicata alle collezioni no-sex che scavalca il confine tra uomo e donna con capi che possono essere indossati da lui e lei.

Raddoppia l’area Futuro Maschile con 80 collezioni, mentre Touch cambia sede per ospitare ben 100 aziende. Invece lo stile luxury underground torna nella sezione Unconventional. Si stringe poi il legame con Milano: nasce il «treno della moda» che porterà gratuitamente buyer e stampa a Milano il giorno della chiusura del salone fiorentino, il 19 giugno.

Ma tornando al salone, il menswear guest designer è Moschino, con la prima sfilata uomo organizzata in Italia da quando Jeremy Scott ha assunto la direzione creativa (a Palazzo Corsini il 18 giugno). Il giovane designer londinese Thomas Tait è il womanswear designer, mentre il designer project è Carlo Brandelli, direttore creativo di Kilgour.

Una mostra speciale celebra lo stile di Nino Cerruti: Il signor Nino, curata dallo stesso Cerruti con il giornalista Angelo Flaccavento è in programma al Museo Marino Marini. La vigilia del salone sarà in stile 100% fiorentino con la rievocazione di una partita di calcio storico, la parata con oltre 500 figuranti e un libro fotografico celebrativo a cura di Aldo Fallai.

Le nuove generazioni di designer sono rappresentate dal Arthur Arbesser, Casamadre e Louis Leeman come ospiti del programma Pitti Italics. Invece arrivano dall’Africa i quattro stilisti protagonisti della sfilata collettiva Constellation Africa. Per internazionalizzare il made in Italy nasce un nuovo progetto con Saks Fifth Avenue che prevede la promozione di una serie di brand italiani in tutti i negozi Saks negli Usa, e si rinnova l’iniziativa col department store di Tokyo Isetan, grazie a cui saranno presentati alcuni marchi presenti in fiera.

In Fortezza sarà proclamato il vincitore di Who is on Next? Uomo, come di consueto, e saranno organizzati eventi speciali, come il lancio della collezione uomo di Ports1961 firmata da Milan Vukmirovic. A Palazzo Vecchio il lanificio Cariaggi organizza una mostra sulla storia dei coloranti vegetali per la tintura, mentre al Museo Bellini Gherardini lancia la sua prima linea uomo. CP Company invece festeggia 40 anni e propone una limited edition della Google jacket.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.