I colpi nella notte a Badia a Settimo

Firenze, arrestato piromane dopo aver bruciato sette cassonetti e due auto

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Intervento dei Vigili del Fuoco durante la notte

Intervento dei Vigili del Fuoco durante la notte

FIRENZE – È accusato di aver provocato cinque incendi, che nella notte tra il 17 e il 18 maggio, hanno distrutto o danneggiato sette cassonetti e due auto a Badia a Settimo, nel comune di Scandicci (Firenze). Si tratta di un fiorentino di 40 anni, incensurato, arrestato dai Carabinieri che sono arrivati a lui attraverso le immagini girate da alcune telecamere di sorveglianza, che hanno ripreso – pur parzialmente – la targa della sua vettura. Nella sua abitazione sono stati sequestrati un accendino e un flacone di alcol, probabilmente usati per innescare gli incendi. L’uomo avrebbe cercato di giustificarsi dicendo di essere stato lasciato da poco dalla fidanzata e di attraversare per questo un periodo difficile.

La catena di incendi si era sviluppata a breve distanza di tempo l’uno dall’altro, costringendo i Vigili del Fuoco a intervenire più volte in poco più di un’ora, tra 0,20 e le 1,30. Secondo quanto ricostruito, le fiamme sarebbero partite sempre dai cassonetti, coinvolgendo successivamente le auto.

 

LEGGI ANCHE

17 mag 2015 – Firenze, piromani all’attacco in centro. Tre incendi in più riprese nella notte

 

 

Tag:, ,

Commenti (1)

  • Paralipomeno

    |

    Notoriamente, quando si viene lasciati da mogli e fidanzate si appiccano incendi per dimenticare il torto subito. :-)

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.