Le intervista di Fiorentina-Parma

Montella gelido: del futuro parlerò con la società . Andrea Della Valle ai tifosi: chi attacca Cognigni attacca me

di Massimiliano Mugnaini - - Sport

Stampa Stampa
Fiorentina-Parma, l'esultanza di Gilardino dopo il gol (foto Giacomo Morini)

Fiorentina-Parma, l’esultanza di Gilardino dopo il gol (foto Giacomo Morini)

FIRENZE. Andrea Della Valle, stavolta, parla prima della partita per difendere il presidente Cognigni, le cui dimissioni sono state chieste con una nota diramata dalla curva Fiesole  per la situazione esplosiva creatasi giovedì sera: “Chi tocca Mario tocca me, mi dispiace aver letto quelle parole, non mi pare rappresentino la curva con cui mi sono sempre confrontato”.

MONTELLA. Sul futuro del tecnico viola, Andrea Della Valle, invece, è semplicemente gelido: “Ci incontreremo a fine stagione, ma c’è poco da dire. Ha un contratto per altri due anni e, come tutti sanno, noi i contratti li facciamo rispettare”.

QUINTI. Ma lui, l’allenatore, sul futuro continua a non parlare. A non dare certezze. Dice: “In questo momento il mio domani si chiama Palermo, Penso solo ad arrivare al quinto posto come merita questo gruppo, per quanto ha fatto. Non è ancora tempo di pensare ad altro, ripeto che ci incontreremo con la società a fine stagione”

PUBBLICO. Il tecnico viola, però, sembra quanto meno aver dimenticato le frizioni con la gente delle ultime ore. “Il pubblico – analizza – oggi è stato positivo, la squadra ha apprezzato ed ha offerto una buona prestazione. Siamo tutti contenti, anche perché non era facile dopo le polemiche create a seguito dall’eliminazione con il Siviglia”.

APPROCCIO. E Montella ci tiene anche a sottolineare che il compito non era affatto facile: “Ci ha sbloccato il modo in cui siamo entrati in campo, solo grazie a quella grinta è diventato tutto più semplice. Ricordo che il Parma è una signora squadra, aveva fatto soffrire Juventus e Udinese. Non abbiamo dimostrato una grandissima solidità difensiva, ma siamo riusciti a compensarla con le grandi cose fatte in attacco”.

GOMEZ. Nonostante sia rimasto in panchina, per la seconda volta consecutiva,  scaldandosi inutilmente, Gomez è neio pensieri di Montella: “Noi contiamo su Mario, ci sono ancora due partite. E’ chiaro però che Gilardino sta dimostrando di meritare di giocare. Ha fatto una grande partita, indipendentemente dal gol”.

ILICIC. Soddisfatti i giocatori della Fiorentina. Così Ilicic. “Dopo una sconfitta per noi era molto difficile giocare ma ci siamo riusciti. Sono contento soprattutto per la vittoria. A livello personale posso dire che sono contento mi sia stata data la possibilità di giocare spesso ultimamente. Da inizio anno ho lavorato molto, ho recuperato dall’infortunio e adesso sono contento”.

DONADONI. Rassegnato, stavolta il tecnico del Parma, Roberto Donadoni: “Siamo partiti bene e poi abbiamo subito due gol su calcio piazzato. Non siamo riusciti a buttarla dentro ed anche nel secondo tempo abbiamo tentato di fare qualcosa ma pensare di tirar fuori ancora qualcosa da questi ragazzi però è molto complicato”. E l’applauso che ha tributato la gente di Firenze ai ducali a fine partita ne è la testimonianza.

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.