Intanto i viola possono puntare al quarto posto

Fiorentina-Montella, addio sempre più vicino. Sarri o Donadoni sulla panchina viola nella stagione 2015-16

di Massimiliano Mugnaini - - Sport

Stampa Stampa
Vincenzo Montella sempre più verso l'addio

Vincenzo Montella sempre più verso l’addio

FIRENZE. Intanto diciamo subito che i viola possono sperar anche nel quarto posto. Bisonerà battere il Chievo, certo, domenica sera al Franchi. Ma occorrerà anche che la Lazio, superata dalla Roma (2-1) nel derby capitolino, vada a vincere a Napoli per evitare di essere esclusa dalla Champions. Se il Napoli non dovesse far punti e la Fiorentina battesse il Chievo, ecco, che il quarto posto potrebbe materializzarsi: portando la certezza di accedere ai gironi di Europa League senza preliminari. Intanto Vincenzo Montella, nel suo giorno di riposo,  è andato a fare lezione ai colleghi allenatori.  Il tecnico viola ha tenuto una lezione di tecnica calcistica agli allievi del corso Master Uefa Pro in svolgimento a Coverciano.

RIPOSO. Tanto, se la situazione non cambierà, quella di domenica con il Chievo potrebbe essere la sua ultima panchina almeno per un anno. Anche se al momento lo scenario è magmatico e tutto può ancora succedere.

DIVORZIO. La possibilità più difficile, però, è che Montella rispetti il contratto che lo lega per altri due anni al club gigliato. Le sue parole di ieri a Palermo, quando ha parlato di fine ciclo, sono un po’ una pietra tombale sulla sua avventura in riva all’Arno.

DELLA VALLE. Quando le hanno riferite a Della Valle, il patron non deve averle prese benissimo. Magari sperava ancora di convincere il tecnico a ripartire per la quarta stagione ma conoscendo la filosofia della famiglia marchigiana che non prega mai nessuno, forse può anche aver cambiato idea.

CLAUSOLA. Il punto su cui Adv non cederà, invece, è la clausola rescissoria per rescindere l’accordo che lega Montella alla Fiorentina fino al 2017. Chi vorrà il tecnico di origine campana dovrà presentarsi con 5 milioni di euro, altrimenti la proprietà non lo libererà. Ecco perché l’ipotesi si un anno sabbatico non è così peregrina.

ALTERNATIVE. L’incontro potrebbe comunque andare in scena anche domenica in occasione di Fiorentina-Chievo che chiuderà il campionato e potrebbe anche portare i viola a finire al quarto posto. Ironia della sorte, di scena al Franchi ci sarà proprio uno degli allenatori in lizza per la sostituzione di Montella: Rolando Maran.

SARRI. Ma si tratta di un nome che scalda poco la piazza, così come quello di Roberto Donadoni. Sogno Spalletti a parte, dei raggiungibili il preferito dei tifosi viola è Maurizio Sarri, che continua a far giocare bene il suo Empoli. Un primo colloquio tra le parti ci sarebbe già stato: Pradè vuole muoversi ufficialmente solo quando il divorzio da Montella sarà ufficiale, ma è chiaro che non vuole neanche farsi trovare impreparato. Ancora poche ore e tutto sarà più chiaro.

Tag:, , ,

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Commenti (1)

  • Pierluigi

    |

    Con questa altalena di previsioni sulla venuta di un nuovo allenatore, siamo in piena confusione.
    Penso che Sarri,che pur ha salvato l’Empoli, non abbia l’esperienza per far lottare una squadra per i primi quattro posti in classifica;
    forse potrebbe andar meglio Donadoni, se non altro è una persona educata.
    Il problema sta nei giocatori, in quanto la metà vale poco, ed i traguardi raggiungibili saranno molto modesti, come si verifica purtroppo da diversi anni a questa parte.

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.