Un 'idea della Regione per favorire l'orientamento

Toscana, ritorna TUO@uni: 390 ragazzi del liceo alla scoperta dell’università

di Cristina Degl'Innocenti - - Cronaca, Cultura, Economia

Stampa Stampa
Gli studenti delle scuole superiori

Gli studenti delle scuole superiori

FIRENZE – È una buona informazione sul mondo degli studi post diploma la ricetta più sicura per poter trovare un buon lavoro in futuro. Così almeno pensa la Regione Toscana. Anche quest’anno viene proposta un’iniziativa in collaborazione con gli atenei toscani, con l’azienda regionale DSU e con l’Ufficio Scolastico Regionale parte il progetto che si chiama TUO@uni e offre ai giovani, in particolare agli studenti delle classi quarte e quinte della secondaria di secondo grado, una opportunità per sperimentare l’offerta formativa universitaria in Toscana. Un modo efficace per capire quali sono le opportunità occupazionali dopo l’università. Ci si potrà iscrivere solo con procedura on line e c’è tempo dal 29 maggio alle ore 24 del 13 giugno.

Con questa iniziativa, 390 alunni toscani avranno la possibilità di trascorrere alcuni giorni, dal 2 al 6 agosto, a contatto diretto con l’università in una delle tre principali sedi di ateneo: Firenze, Pisa, Siena. Saranno ospiti della Regione nelle strutture dell’Azienda per il Diritto allo studio universitario delle tre città e prenderanno parte a lezioni e dibattiti, ma anche a momenti di vita universitaria. È stata prevista anche l’eventualità che il numero delle domande sia superiore ai posti messi a disposizione. In quel caso – lo scorso anno infatti il numero delle domande fu di 553 su 390 posti disponibili – vi sarà una selezione in base a criteri individuati dal gruppo di lavoro scientifico che sovrintende il progetto e in questo modo sarà garantito che in tutti i territori toscani siano presenti le diverse tipologie di scuole superiori.

Tutte le informazioni sul sito istituzionale della Regione Toscana all’indirizzo http://www.regione.toscana.it/tuo

Tag:,

Cristina Degl'Innocenti

Cristina Degl'Innocenti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.