La gara il 31 maggio alle 14

Motomondiale al Mugello: pole da record per Ducati. Rossi parte ottavo

di Massimiliano Mugnaini - - Sport

Stampa Stampa
Jorge Lorenzo, è lui il favorito della vigilia per il Moto Gp al Mugello

Jorge Lorenzo, è lui il favorito della vigilia per il Moto Gp al Mugello

SCARPERIA – Euforia Ducati. Al Mugello la prima fila della Moto Gp di domani, domenica 31 maggio (semaforo verde alle 14), sarà quasi interamente colorata di rosso. Primo Andrea Iannone, che ha fatto anche segnare il record della pista a dispetto del problema alla spalla che lo debilita da tempo, terzo Andrea Dovizioso. In mezzo, la Yamaha di Jorge Lorenzo.

ROSSO – Il colore dominante, dunque, è quello di Borgo Panigale. Ma il pilota abruzzese, alla prima pole in Moto Gp, non vede tutto così roseo. Dal punto di vista fisico non è infatti ancora al meglio. «Il medicinale per la spalla in realtà non esiste, anche se l’entusiasmo dei tifosi indubbiamente mi aiuta».

ROSSI – Delusi, invece, i fan di Valentino Rossi, comunque i più numerosi. Il Dottore è solo ottavo, lontano dai big. «Ma sono competitivo, e poi si tratta di una posizione che mi porta bene: le ultime tre vittorie in moto Gp sono arrivate tutte partendo da quella piazzola… In realtà chi mi preoccupa maggiormente è Lorenzo, che ha il passo gara migliore di tutti».

LORENZO – Già. L’altro portacolori della Yamaha è universalmente riconosciuto come il vero favorito della corsa in programma domani alle 14. «Questo ruolo – osserva il maiorchino – non mi pesa affatto. Vuol dire che vado forte».

MARQUEZ. Non può davvero dire lo stesso il campione del mondo Marc Marquez, beffato durante le Q1 a cui era stato costretto per il pessimo tempo fatto segnare in mattinata: da lì alle qualifiche accedono solo i primi due e Marquez ha fatto segnare il terzo tempo. «Si è trattato di un mio errore di valutazione, partire dalla griglia al tredicesimo posto non è certo il massimo, ma proverò comunque a centrare la super-rimonta».

ENTUSIASMO – A differenza dei piloti italiani e della Ducati (i tifosi sono quasi equamente divisi tra Valentino e la casa di Borgo Panigale), i due spagnoli non possono però contare sul sostegno della gente, accorsa già in massa al Mugello e pronta a invaderlo letteralmente domani. «Noi piloti – dice a nome un po’ di tutti Valentino Rossi – purtroppo non possiamo sentire quando siamo in pista perché è tutto coperto dai tappi nelle orecchie che ci servono per attutire il rumore delle moto, ma qui a Scarperia possiamo vedere la gente sulle colline ed è sempre un’emozione unica. Devo dire che questo è forse il giro di ricognizione più bello di tutto il campionato mondiale».

Tag:, ,

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.