Il puzzle di Palazzo Panciatichi

Risultati elezioni Toscana 2015, Consiglio regionale: i voti dei candidati eletti. E gli esclusi illustri

di Domenico Coviello - - Politica, Primo piano, Top News

Stampa Stampa
Elezioni, urne aperte in Toscana

Elezioni, rinnovamento in Consiglio regionale

FIRENZE – Di seguito la classifica delle preferenze raccolte dai candidati consiglieri del Partito democratico eletti nel nuovo Consiglio regionale della Toscana (24 in tutto), in base al voto di ieri, 31 maggio.

CECCARELLI, IL PIU’ VOTATO – Pieno di preferenze tra i consiglieri per l’ex assessore regionale alle Infrastrutture Vincenzo Ceccarelli (Pd) che in provincia di Arezzo sfiora le 18 mila crocette e, di fatto, si ricandida per un nuovo mandato nella futura giunta di Enrico Rossi, anche se c’è chi lo indica in corsa per la presidenza del Consiglio regionale.

SACCARDI E GIANI – Nessuna grossa sorpresa nel Pd nel collegio di Firenze 1, dove Stefania Saccardi (ex vice presidente) supera le 14.500, seguita da Eugenio Giani (10.505). Staccata nettamente l’assessore comunale di Firenze Titta Meucci (3.352), anche lei renziana, che potrebbe però rientrare se Saccardi sarà confermata da Rossi, e Leonardo Bieber (3.207).

GLI ESCLUSI – Chi resterà fuori dal Consiglio è l’ex presidente della Provincia di Firenze, Andrea Barducci, superato anche dal giovane Andrea Giorgi, e solo sesto con poco più di 2mila preferenze. Sarebbe lui l’unico ex presidente di Provincia candidato e non eletto.  Tra i delusi da questa tornata elettorale l’ex consigliere Marco Carraresi, candidato con la lista Popolo Toscano – Riformisti che pur appoggiando Rossi non ha eletto consiglieri. Fuori l’ex sindaco di Prato Roberto Cenni che correva con Passione per la Toscana di Giovanni Lamioni. Un po’ a sorpresa nel M5s resta senza seggio Andrea Vannini a Firenze, mentre l’ex consigliere Alessandro Antichi e l’ex assessore comunale di Prato Giorgio Silli pagano il risultato non positivo di Forza Italia. Fermo al palo anche l’ex sindaco di Bagno a Ripoli Luciano Bartolini.

LE DONNE – Un po’ a sorpresa due donne vincono nel collegio di Firenze 2, Fiammetta Capirossi (7.346) e Serena Spinelli (5.450) lasciando al palo, tra gli altri, Enrico Sostegni (9.662) vince la corsa nel collegio di Firenze 3, mentre nel 4 l’ex consigliere Paolo Bambagioni riesce a farsi confermare (6.183 voti) ma dietro a Monia Monni (7.247).

SIENA – Nelle altre province il colpo a sorpresa lo mette a segno l’ex sindaco di Chiusi, il renziano Stefano Scaramelli, secondo su base regionale con oltre 15 mila persone che segnato il suo nome. Più del doppio di quelli che hanno scelto Simone Bezzini, ex presidente della Provincia, che comunque entrerà a Palazzo Panciatichi sostenuto dagli uomini dell’ex sindaco di Siena Franco Ceccuzzi.

PISA – A Pisa buon risultato per il renziano Antonio Mazzeo (oltre 10 mila) e per la giovane Alessandra Parrini (7.178). Entra, come terzo, l’ex presidente provinciale Andrea Pieroni.

LIVORNO – Nel Livornese ottimo, ma atteso, il risultato dell’ex sindaco di Piombino Gianni Anselmi (11.709), e inatteso il risultato del giornalista Francesco Gazzetti (10.446), mentre a

MASSA CARRARA – Giacomo Bugliani supera le 12 mila preferenze.

PRATO E PISTOIA – Due consiglieri del Pd in Consiglio anche da Prato (Nicola Ciolini e Ilaria Buggetti) e da Pistoia: Marco Niccolai e Federica Fratoni).

GROSSETO – Un consigliere da Grosseto, dove l’ex presidente della Provincia Leonardo Marras ha superato i 10 mila voti.

Ecco le preferenze raccolte dai candidati consiglieri degli altri partiti: Lega, Fratelli d’Italia, M5S, Sinistra, Forza Italia, eletti nel nuovo Consiglio regionale della Toscana. E, accanto a loro, gli esclusi illustri.

FORZA ITALIA – Nel collegio di Firenze 1 si sono consumate battaglie anche in altri partiti: Marco Stella (3.193 voti) sarà l’unico consigliere azzurro, insieme al candidato alla presidenza Stefano Mugnai. Restano fuori gli ex consiglieri Tommaso Villa e Nicola Nascosti.

SI’-TOSCANA A SINISTRA – Per Sì-Toscana a sinistra con il candidato a governatore Tommaso Fattori entra in consiglio il pediatra fiorentino Paolo Sarti, mentre fallisce la rielezione l’ex consigliere Mauro Romanelli.

FRATELLI D’ITALIA – La formazione di destra porta in Assemblea regionale il solo Giovanni Donzelli: resta fuori l’ex consigliere Paolo Marcheschi.

LEGA NORD – Per la Lega Nord oltre al candidato alla presidenza Claudio Borghi, entra Manuel Vescovi (dal listino regionale). Tra i nuovi consiglieri la più votata è stata Elisa Montemagni (6.598) di Lucca, seguita in provincia di Pisa, dal quasi omologo del segretario nazionale Roberto Salvini (5.510), da Marco Casucci di Arezzo (3.574) e Jacopo Alberti di Firenze (3.276).

MOVIMENTO 5 STELLE – Per la prima volta in Consiglio regionale anche il Movimento 5 stelle: con il candidato alla presidenza Giacomo Giannarelli sono risultati eletti Irene Galletti che ha Pisa ha raccolto 5.867 voti, Gabriele Bianchi (4.398) di Lucca, Enrico Cantone (4.229 voti) di Livorno e Andrea Quartini (2.563) di Firenze.

Tag:,

Domenico Coviello

Domenico Coviello

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.