Festa della Repubblica: folla e applausi lungo i Fori Imperiali nel centenario della Grande Guerra

Roma: parata militare 2015 per il 2 giugno. Toscana presente con Gonfalone e reparti in armi (Video-Foto)

di Sandro Addario - - Approfondimento, Cronaca, Politica, Primo piano

Stampa Stampa
La scia delle Frecce Tricolori sul cielo di Roma

La scia delle Frecce Tricolori sul cielo di Roma

da ROMA – Doppio significato quest’anno per la parata militare del 2 giugno a Roma, che si è appena conclusa lungo i Fori Imperiali, tra il Colosseo e piazza Venezia: celebrare il 69° anniversario della proclamazione della Repubblica e rinnovare il ricordo dei Caduti della Prima Guerra mondiale, iniziata per l’Italia il 24 maggio di 100 anni fa. Molti i reparti che hanno sfilato con uniformi storiche del 1915-18.

PRESIDENTE – Oltre 3400 persone, tra militari e civili, sono sfilate davanti al presidente della Repubblica Sergio Mattarella (che poco prima aveva reso omaggio al Milite Ignoto della 1ª guerra mondiale sull’Altare della Patria) e alle massime cariche dello Stato. «Tutto esaurito» sul palco Vip, tra politici, vertici militari e rappresentanti delle istituzioni, con il premier Renzi (in ottima forma nonostante il rientro dall’Afghanistan) che non si è sottratto ad applausi e bagni di folla al suo arrivo sul palco. Tanta gente lungo il percorso ha fatto ala alla manifestazione, salutata a un certo momento da un applauditissimo passaggio della pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolori.

FOTOGALLERY

 

GONFALONI – La parata è iniziata puntualmente alle 10 con gli onori della Banda dei Carabinieri e con il passaggio dei Gonfaloni delle Regioni (la Toscana nella prima fila), dell’Unione delle Province e dell’Associazione dei Comuni d’Italia. Si è quindi articolata in diversi settori: uniformi storiche, Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpi militari, Vigili del Fuoco, Polizia di Stato, Corpo Forestale, Vigili del Fuoco. Ciascuna specialità con la propria banda e fanfare – tutte applauditissime – tra cui quella della Legione Allievi Carabinieri di Roma, il reparto che custodisce la bandiera dell’Arma

TOSCANA – Numerosi i reparti in arrivo dalla Toscana. Per i Carabinieri hanno sfilato rappresentanze del Reggimento Paracadutisti «Tuscania» di Livorno e del Gruppo Intervento Speciale (Gis) di Pisa. Da Livorno sono arrivati gli allievi della 2ª Classe dell’Accademia Navale della Marina, mentre l’Esercito ha portato dalla Toscana i parà della 185° Reggimento della Brigata «Folgore» e alcune aliquote del Comando delle Forze Speciali di Pisa. Da Firenze l’Aeronautica ha fatto sfilare i giovanissimi allievi della Scuola Militare Douhet, ragazzi e ragazze del 1° anno del Corso Lyra, che a 16 anni – come i loro coetanei delle altre scuole di formazione delle Forze Armate – sfilano armati, a testimonianza anche della fiducia che lo Stato ripone in loro.

VIDEO

 

PARALIMPICO – Applausi speciali per il Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa, che per la prima volta aha partecipato alla parata. È costituito da una ventina di militari disabili (alcuni su una sedia a rotelle, altri con amputazioni per cause di servizio) che hanno saputo reagire con coraggio e volontà alla loro disavventura. Loro obiettivo è promuovere la pratica sportiva e poter partecipare a eventi sportivi di rilievo nazionale ed internazionale. Sono gli stessi che nel settembre 2014 hanno preso parte agli «Invictus Games» a Londra, dove si sono assicurati un bottino di ben due medaglie d’oro, due argenti e un bronzo. #grupposportivoparalimpico.

OMBRELLI – Tra le migliaia di spettatori della sfilata, anche un pubblico d’eccezione, costituito da 50 ragazzi della scuola «Elsa Morante» di Roma con ombrelli tricolori aperti, da loro stessi disegnati. Suggestiva coreografia alla manifestazione e molto utili, anche per il sole e il caldo che nella mattinata romana non ha risparmiato nessuno.

 

 

Tag:, ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.