Forse per una bravata. Un amico di 17 anni lo portato a riva. Ora è in terapia intensiva a Careggi

Mugello, Lago di Bilancino. Si tuffa dal viadotto alto 30 metri: grave un ragazzo di 19 anni

di Redazione - - Cronaca, Primo piano

Stampa Stampa
Il lago di Bilancino nel Mugello

Il lago di Bilancino nel Mugello

FIRENZE – Trasportato con l’elisoccorso all’ospedale di Careggi, un ragazzo di 19 anni è ricoverato in gravi condizioni nel reparto di terapia intensiva, in prognosi riservata, per un tuffo nel Lago di Bilancino da un viadotto altro 30 metri.

Sarebbe questa la dinamica dei fatti di un drammatico incidente che in un primo momento, attorno alle 17.30 di oggi 3 giugno, era parso un sinistro stradale per la presenza di una motocicletta accanto al luogo da cui il giovane si è tuffato.

Il ragazzo è rimasto ferito in modo grave a causa del violento impatto con l’acqua. Il giovane è stato poi portato a riva da un suo amico di 17 anni, e trasportato in elicottero a Firenze. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, il 19enne avrebbe passato il pomeriggio a prendere il sole sulle sponde del lago, poi sarebbe salito sul viadotto, in compagnia dell’amico e di una ragazza, e avrebbe deciso di tuffarsi.

Dopo l’impatto con l’acqua le sue condizioni sono apparse da subito critiche, tanto che l’amico è corso sulla sponda del lago percorrendo un sentiero e si è buttato per soccorrerlo. Sul posto sono intervenuti anche i sommozzatori del vigili del fuoco.

Tag:, , ,

Commenti (1)

  • Pierluigi

    |

    Forse da anziani e quasi disabili si criticano in modo diverso le esibizioni di esuberanza giovanile, ma fare il parkour o tuffarsi da 30 metri mi sembrano veramente delle attività prodotte da una situazione mentale leggermente anomala.
    Comunque, anche ai tempi dei romani dicevano “o tempora o mores”……

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.