Pedro Pereira in società per il mercato estero

Fiorentina: Montella vicino alla conferma. Attesa per l’annuncio della società

di Niccolò Di Pietro - - Sport

Stampa Stampa

L'allenatore della Fiorentina, Vincenzo Montella (Foto Giacomo Morini)

FIRENZE – Inzaghi esonerato, arriva il comunicato ufficiale del Milan. Mihajlovic pronto per esser spennellato di rossonero. Alla Sampdoria va Zenga. Colantuono a Udine, Sarri dà l’addio all’Empoli. Il risiko delle panchine di serie A continua; il territorio Fiorentina resta vuoto.

NOVITÀ La casella nuova riguarda invece l’organigramma societario. Dal Portogallo è in arrivo Pedro Pereira, 34 anni, dirigente dello Sporting Braga. La società lusitana comunica che il suo giovane dirigente lascia il club per accasarsi all’estero. Accanto a Pradè? Il suo compito dovrebbe essere quello di affiancarlo. Angeloni per il mercato italiano e Pereira per l’estero. Capitolo allenatore. È il caso in cui il passare dei giorni aumenta le possibilità di una conferma di Vincenzo Montella. Se non a Firenze dove? Benítez torna a casa, a Madrid sponda Real, e lascia libero il suo posto all’ombra del Vesuvio. De Laurentiis ha tentato l’assalto al tecnico Emery, che a Siviglia giocherebbe la Champions appena conquistata, mentre a Napoli no. I petali della margherita rimasti da sfogliare al presidente partenopeo sono Prandelli, Spalletti e proprio Montella. Poi c’è la Roma, con le recenti ombre gettate su Garcia; la capitale per Montella è casa più di Napoli. Firenze aspetta un comunicato che dovrebbe arrivare nel giro di alcune ore.

FUTURO C’è da programmare il futuro immediato. Il campionato si è chiuso  da alcuni giorni; a Napoli l’annuncio ufficiale di Benítez al Madrid è arrivato addirittura prima dell’ultima di campionato (scelta quanto mai improvvida). Questa attesa fa bene alla Fiorentina? Cosa sta pensando Montella? L’incontro con Andrea Della Valle c’è già stato, le due parti conoscono le esigenze reciproche. L’attesa è un Giano bifronte. Il tempo che passa può essere letto come un giusto momento di riflessione, necessario all’allenatore per convincersi a fondo della bontà del nuovo progetto viola. Per evitare, insomma, un nuovo caso Cuadrado, rimasto a Firenze controvoglia e scappato a metà stagione dopo aver offerto il peggio di sé. Oppure, per i maligni, può essere l’aspettare che qualche altra proposta si faccia concreta. Nell’uno o nell’altro caso, una cosa va considerata ed è la disaffezione che questa attesa stucchevole produce nel tifo gigliato. Necessario, se Montella dovesse rimanere, un comunicato delle due parti colmo di entusiasmo.

ALTERNATIVE E in caso di addio? In pole position ci sono Ventura e il nome esotico di Paulo Sousa. Il tecnico del Torino mal digerisce la vendita dei pezzi pregiati della sua squadra che Cairo è pronto ad intavolare. Il capitano Glik, l’azzurro Darmian, Bruno Peres e Maksimovic hanno le valigie pronte. Normale che Ventura, dopo due anni ad alti livelli di gioco e di risultati, cerchi una squadra con maggiori ambizioni. L’allenatore del 4-2-4 porta in dote un gioco offensivo e la capacità di crescere giocatori. Darmian, Cerci e Immobile sono le sue coccarde. Ha sperimentato più moduli di gioco, ma la sua squadra ha sempre dato l’idea di seguire un’idea di calcio ben definita. Paulo Sousa, quarant’anni, è portoghese guarda caso come il neo viola Pedro Pereira. L’ex centrocampista di Parma, Inter e Juventus è attualmente il tecnico del Basilea, con cui ha vinto il campionato al primo tentativo. Allenatore dal 2014, a differenza di Ventura è tecnico emergente come lo è stato Montella al suo arrivo in viola. Nome nuovo o vecchio, il responso è atteso a breve. Intanto la Fiorentina festeggia. Stasera, 4 giugno, alla stazione Leopolda di Firenze è Viola party, evento musicale organizzato per sostenere Dynamo camp. La Onlus della montagna pistoiese offre soggiorni di terapia ricreativa a bambini con malattie gravi o croniche, nel periodo di post ospedalizzazione. Alla festa della Leopolda, saranno presenti i viola Gilardino, Diamanti e Pasqual.

 

Tag:, ,

Niccolò Di Pietro

Niccolò Di Pietro

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.