Cerimonia alla caserma Baldissera di Firenze per i 201 anni del Corpo

Festa dell’Arma 2015: i nomi dei Carabinieri premiati in Toscana (Fotogallery)

di Sandro Addario - - Cronaca, Primo piano

Stampa Stampa

 

FIRENZE – Compleanno numero 201 per l’Arma dei Carabinieri, oggi 5 giugno. Quest’anno le cerimonie si svolgono quasi in contemporanea in tutta Italia, nella tradizionale ricorrenza del 5 giugno 1920, la data in cui la Bandiera dell’Arma fu insignita della prima Medaglia d’oro al Valor Militare per la partecipazione dei Carabinieri alla prima guerra mondiale.

Per la Toscana la cerimonia si è appena conclusa presso la Caserma Baldissera di Firenze, davanti alle massime autorità cittadine, accolte dal generale di divisione Aldo Visone (comandante della Scuola Marescialli e Brigadieri) e dal generale di brigata Emanuele Saltalamacchia, comandante della Legione «Toscana». Tra i presenti il prefetto Luigi Varratta e il sindaco di Firenze Dario Nardella con il Gonfalone della città, decorato di medaglia d’oro al valor militare. Il generale Visone – accompagnato dalle note della Fanfara della Scuola Marescialli – ha passato in rassegna il reparto di formazione, comandato dal capitano Luca Mercadante, nel quale era schierata la bandiera di guerra del 6° Battaglione Toscana.

Dopo la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica e dell’Ordine dei giorno del Comandante Generale dei Carabinieri generale Tullio Del Sette (che dal 2002 al 2004 aveva comandato proprio la stessa Regione Toscana), il generale Saltalamacchia nel suo intervento – a braccio – ha rivolto un saluto a tutti gli oltre 5000 carabinieri che fanno parte delle 324 Stazioni e dei Comandi in Toscana. Un pensiero particolare all’ultimo Caduto per servizio, l’Appuntato Scelto Antonio Santarelli (medaglia d’oro al valor civile) morto dopo l’aggressione subita ad un posto di blocco a Pitigliano (Gr) il 25 aprile 2011. Come pure – tra l’emozione e gli applausi del pubblico – Saltalamacchia ha salutato Martina Giangrande, presente alla cerimonia, figlia del maresciallo Giuseppe Giangrande del 6° Battaglione Toscana, da due anni immobilizzato dopo la sparatoria davanti a Palazzo Chigi il 28 aprile 2013, «un uomo – ha detto il comandante della Legione Toscana – che, nonostante la sua infermità, vive con serenità e dà coraggio agli altri».

Tra le autorità presenti il presidente della Corte d’Appello Fabio Massimo Drago, l’avvocato generale dello Stato Francesco D’Andrea, il generale di divisione aerea Gian Franco Camperi, comandante dell’Isma e del Presidio militare di Firenze. Un saluto particolare Saltalamacchia lo ha rivolto al Procuratore Generale della Repubblica Tindari Baglione, oggi impossibilitato a essere presente alla cerimonia alla quale non è mai mancato.

Generale Emanuele Saltalamacchia

Generale Emanuele Saltalamacchia

 

OPERAZIONI IN UN ANNO

I Carabinieri in Toscana nell’ultimo anno (Giugno 2014- Maggio 2015) ha proceduto per:

  • 140.188 delitti, pari al 79% del numero totale dei delitti commessi in Regione (177.142) a fronte dei 147.227 perseguiti l’anno precedente;
  • 13 omicidi (18 nel 2013/2014), tutti scoperti;
  • 953 rapine, di cui 330 scoperte, a fronte delle 1068 commesse nel 2013/2014 (le rapine in abitazione hanno fatto registrare una lieve diminuzione passando da 140 nel 2013/2014 a 123 nel periodo di riferimento, con una flessione pari a – 12%);
  • 85.056 furti in genere, rispetto agli 85.486 del 2013/2014; in particolare i furti in abitazione denunciati presso i Comandi Arma sono stati 14.668;
  • 1.330 delitti scoperti in materia di stupefacenti pari al 59% del totale (2.248);
  • 13 associazioni per delinquere, tutte disarticolate;
  • Gli arresti nell’ultimo anno sono stati 4.055, tra quelli operati in flagranza di reato e quelli su provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria, emessi a seguito di indagini compiute dai militari dell’Arma;
  • 28.522 sono state le persone denunciate in stato di libertà per vari reati.

L’attività sul territorio ai fini preventivi, si è sviluppata mediante oltre 3 milioni di ore dedicate a 274 mila servizi di prevenzione e di prossimità, intensificati in questo ultimo anno anche grazie al supporto fornito dalle unità specializzate per i servizi di controllo del territorio del 6° Battaglione «Toscana».

CARABINIERI PREMIATI

Ecco l’elenco delle ricompense ai militari che si sono distinti nelle attività di servizio, consegnate stamani a Firenze.

  • Encomio solenne del Comandante Generale al Tenente Colonnello Giovanni Semeraro, comandante provinciale di Massa Carrara. Nel dicembre 2012 ha diretto le operazioni che portarono alla liberazione dell’imprenditore di Lerici Andrea Calevo (sequestrato per due settimane a scopo di estorsione) e all’arresto dei responsabili.
  • Encomio del Comandante Interregionale «Podgora» a: Tenente Colonnello Sergio Zaccariello (Comandante Reparto Operativo Lucca), capitano Sebastiano Sergio Pennisi (Addetto Ufficio Oaio Comando Legione Toscana), Maresciallo A.s.Ups Riccardo Cappelletti, Maresciallo Capo Andrea Giovannoni, Brigadiere Capo Ferdinando Leparulo, Vice Brigadiere Sandro Podda, Appuntato Mirko Venturi (Nucleo Investigativo Lucca), Maresciallo A.s.Ups Ugo Gangemi, Maresciallo Capo Ugo Iacuitto, Maresciallo Capo Roberto Petrini (Nucleo Investigativo Firenze, Sezioni Investigazioni Scientifiche). Hanno partecipato ad una complessa indagine che portò all’arresto degli autori dell’omicidio di un ottantenne, avvenuto a scopo di rapina a Minucciano (Lu) nel gennaio 2013.

Encomi del Comandante della Legione «Toscana» ai seguenti militari:

  • Comando Provinciale Grosseto: Maresciallo A.s.Ups Angelo Meoli e Appuntato Scelto Giovanni Di Tommasi, rispettivamente comandante e addetto della Stazione di Saturnia (Gr). Nel settembre 2014 a Manciano salvarono una donna e la figlia di due anni, intrappolate nella propria auto durante la bomba d’acqua in Maremma.
  • Comando Provinciale Lucca: Luogotenente Giuseppe Alaimo e Maresciallo Capo Graziano Tranquilli, rispettivamente comandante e addetto alla Stazione di Forte dei Marmi, Maresciallo A.s.Ups Massimo Merlo, comandante della stazione di Massarosa (Lu). Nel 2013 per l’arresto di quattro rapinatori.
  • Comando Provinciale Firenze: Appuntato Scelto Iacopo Calonaci e Appuntato Scelto Luca Pisanu del Nucleo Radiomobile. Nel dicembre 2013 salvarono un uomo che minacciava il suicidio, tentando di gettarsi in Arno dal ponte di Varlungo a Firenze.
  • Comando Provinciale Prato: Luogotenente Quintino Rocco Preite, Maresciallo Capo Bruno Mencarelli, Carabiniere Francesco Maschio, rispettivamente comandante e addetti alla Stazione di Vaiano. Nel gennaio 2014 portarono a termine un’indagine per furto di rame, conclusa con l’arresto di 4 persone, la denuncia di altre 10 ed il recupero della refurtiva.
  • Comando Provinciale Siena: Appuntato Scelto Maurizio Martorana (alla memoria, hanno ritirato il riconoscimento la vedova Filippa e il figlio Gabriele) e Appuntato Scelto Mariano Matarese della Stazione di Asciano. Nel luglio 2012 bloccarono un uomo che, durante una lite, stava per colpire con un’ascia una donna ed il suo bambino, nonché gli stessi militari intervenuti in soccorso degli aggrediti.

Questi gli altri militari premiati nelle cerimonie in programma oggi presso i singoli Comandi provinciali dellaToscana 

 

AREZZO Scarica qui l’elenco Carabinieri premiati al Comando Provinciale di Arezzo

GROSSETO Scarica qui l’elenco Carabinieri premiati al Comando Provinciale di Grosseto

LIVORNO

  • Encomio semplice al Capitano Gianmario Tocchini, attuale Comandante del N.O.R.M. della Compagnia di Cecina;
  • Encomio Semplice al Carabiniere Emanuele De Santis, effettivo alla Stazione Carabinieri di Castiglioncello;
  • Medaglia di Bronzo al Valore dell’Arma dei Carabinieri al Maresciallo A.sUPS Maurizio Schiavone;
  • Encomio del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri al Colonnello Gianluca Feroce;
  • Encomio del Comandante della Divisione Unità Mobili e Speciali al Colonnello Antonio Frassinetto, Comandante del 1° Reggimento Paracadutisti «Tuscania»;
  • Encomio della International Security Assistance Force (Isaf – Afghanistan) rispettivamente all’Appuntato Scelto Leonardo Giovannetti e all’Appuntato Pasquale Marchesano.

LUCCA

  • Luogotenente Luigi Golia, Maresciallo Capo Domenico Percoco, Vice Brigadiere Daniele Martinelli, Appuntato Scelto Cristian Colombo, Appuntato Scelto Davide D’Amico, Appuntato Mirko Venturi, tutti appartenenti al Reparto Operativo del Comando Provinciale. Encomio semplice del Comando Interregionale «Podgora» per un’operazione conclusa con l’arresto di 19 affiliati alla ‘Ndrangheta.
  • Appuntato Scelto Gennaro Longo e Appuntato Scelto Matteo Malatesta della Stazione Carabinieri di Borgo a Mozzano (Lu). Encomio semplice del Comando Legione Toscana per aver salvato un’anziana donna svenuta durante l’incendio della propria abitazione.
  • Maresciallo A.s. Ups Paolo Massimo Anselmo e Brigadiere Benedetto Daniele Salerno della Compagnia di Viareggio. Encomio semplice del Comando Legione Toscana per indagine che ha portato all’arresto di 17 persone e alla denuncia di altre 11 per spaccio di sostanze stupefacenti.

MASSA CARRARA

  • Capitano Mario Ricciardi, comandante della Compagnia di Carrara. Encomio solenne del Comandante della Legione «Calabria»

PISA Scarica qui l’elenco Carabinieri premiati al Comando Provinciale di Pisa

PISTOIA Scarica qui l’elenco Carabinieri premiati al Comando Provinciale di Pistoia 

PRATO

  • Luogotenente Flaviano Civerchia, Maresciallo Aiutante Roberto Bondanese, Vice Brigadiere Federico Fiori, Vice Brigadiere Massimo Ruggiada, Appuntato Fabrizio Nascimben, addetti al Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Prato, insigniti dell’encomio semplice del Comandante della Legione Carabinieri Toscana, per aver disarticolato un’organizzazione criminale cinese dedita a estorsioni, coltivazione produzione e spaccio di marijuana
  • Maresciallo Aiutante Angelo De Luca, Brigadiere Capo Umberto Colaone, Appuntato Scelto Roberto Parisi, addetti al Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Prato insigniti dell’encomio semplice del Comandante della Legione Carabinieri Toscana, per aver disarticolato un sodalizio criminale multietnico dedito al traffico ed allo spaccio di stupefacenti arrestando 33 persone e denunciandone 23.
  • Maresciallo Capo Stefano Mauro Massimino, Appuntato Salvatore Mura, Appuntato Antonino Monachello, addetti alla Stazione di Iolo, insigniti del Compiacimento del Comandante Provinciale Carabinieri di Prato, per arrestato un uomo che armato di un grosso coltello e 3 bottiglie incendiarie aveva fatto irruzione in un circolo ricreativo a scopo di estorsione.
  • Nucleo Radiomobile della Compagnia di Prato, insignito del Compiacimento del Comandante Provinciale Carabinieri di Prato, per i brillanti risultati conseguiti nel 2014, riassumibili in 75 arresti in flagranza di reato, 373 denunce in stato di libertà, oltre 6.000 interventi di soccorso a cittadini e per impedire la consumazione di reati
  • Maresciallo Capo Calogero Montana Lampo e Brigadiere Valter Aguzzi, addetti alla Stazione di Vernio, insigniti del Compiacimento del Comandante Provinciale Carabinieri di Prato, per aver sequestrato 2,3 kg di hashish e numerose pasticche di ecstasy ad un giovane pregiudicato del luogo.
  • Appuntato Antonio Naimoli e Carabiniere Scelto Gabriele Manca, addetti alla Stazione di Poggio a Caiano insigniti del Compiacimento del Comandante Provinciale Carabinieri di Prato, per aver individuato e arrestato nei giardini pubblici di Poggio a Caiano due giovani trovati in possesso di oltre 1 kg di marijuana

SIENA

  • Maresciallo Aiutate s.Ups Paolo Sbraga, Maresciallo Ordinario Luigi Granati
  • Maggiore Alberto Pigozzo, Maresciallo Capo Antonio Crocini, Vice Brigadiere Antonio Buscemi, Vice Brigadiere Andrea Ercoli, Appuntato Scelto Massimo Campoli
  • Luogotenente Adriano Andreozzi, Maresciallo Aiutate s.Ups Antonio Pili, Maresciallo Capo Natale Relandini, Maresciallo Aiutate s.Ups Luca Strada, Maresciallo Capo Mirko Gobbi
  • Brigadiere Francesco Falco
  • Appuntato Scelto Elio Allamprese

Scarica qui le motivazioni delle ricompense ai Carabinieri del Comando Provinciale di Siena

 

Tag:,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.