Uno degli obiettivi sensibili della città

Firenze, allarme bomba alla Sinagoga

di Sandro Addario - - Cronaca

Stampa Stampa
La Sinagoga di Firenze

La Sinagoga di Firenze

FIRENZE – Allarme bomba stanotte 5 giugno alla Sinagoga di Firenze in via Farini. Intorno alle 2, durante un controllo delle Forze dell’ordine, è stata notata una borsa abbandonata nei pressi di quello che da sempre è considerato uno degli «obiettivi sensibili» della città. Sembra che dalla borsa spuntassero anche fili elettrici.

Quanto è bastato per far scattare il sistema di sicurezza. La zona è stata isolata, pur con discrezione, dalla Polizia Municipale, mentre sul posto sono arrivati gli artificieri della Polizia e Carabinieri. Un successivo controllo ha dimostrato che, per fortuna, non c’era nessun pericolo.

 

AGGIORNAMENTO ORE 9:00

L’allarme è scattato alle 1.30 quando una pattuglia di Parà del 183° Reggimento Folgore di Pistoia – impegnato nell’operazione «Strade Sicure» dell’Esercito, ha individuato sul marciapiede di via dei Pilastri – nel tratto tra via Farini e Piazza Sant’Ambrogio – vicino ai cassonetti una valigetta rossa tipo ventiquattr’ore. Si vedevano spuntare anche alcuni fili elettrici. Poteva trattarsi di tutto, da uno scherzo ad un atto dimostrativo o ad un reale ordigno.  I militari, come previsto, hanno subito allertato le forze dell’ordine. Sul posto è arrivata una volante del 113 e successivamente anche una squadra di artificieri della Polizia di Stato.

Isolata la zona, la valigetta è stata aperta e all’interno è stato trovato «solo» un trasformatore e alcuni cavi elettrici. Materiale «innocuo» che non poteva esplodere e che è stato preso in consegna dalla polizia per successive indagini, di cui si sta occupando la Digos. L’allarme è cessato intorno alle 3.30, dopo oltre due ore.

Operazione Strade sicure intorno alla Sinagoga di Firenze

Operazione Strade sicure intorno alla Sinagoga di Firenze

 

 

Tag:,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.