Le operazioni di recupero sono state condotte al soccorso alpino

Massa Carrara: escursionista 55enne muore cadendo in un dirupo sul Monte Bocco

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Il monte Bocco

Il monte Bocco

MASSA CARRARA – Un uomo è morto dopo essere precipitato durante un’escursione sul versante lunigianese del monte Bocco, sull’Appennino Tosco-Emiliano, in provincia di Massa Carrara. In corso le operazioni di recupero da parte del Soccorso alpino di Carrara: la zona è molto impervia. Fatto intervenire anche l’elicottero Pegaso 3 del 118, decollato dall’aeroporto di Cinquale. L’area di intervento, al confine tra l’Emilia Romagna e la Toscana, e’ quella racchiusa tra il Monte Bocco (1791 metri) nel comune di Licciana Nardi e la Cima Canuti (1.773 metri) nel comune di Comano (Massa Carrara). L’escursionista 55enne è volato in un dirupo profondo 30 metri, poi è ancora precipitato finendo in un canalone di un centinaio di metri.  La salma è ora all’obitorio di Massa.

Secondo quanto appreso, la vittima faceva parte di una comitiva di gitanti che stava raggiungendo il Monte Bocco, al confine con il versante di Parma. Accertamenti sono in corso da parte dei carabinieri di Licciana Nardi che, anche attraverso le testimonianze dei conoscenti, cercheranno di ricostruire la dinamica dell’incidente. Al momento gli altri escursionisti, parecchi sotto choc, stanno ancora percorrendo i sentieri dell’Appennino per raggiungere la stazione sciistica di Prato Spilla dove avevano lasciato le auto.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.