In caso di sconfitta la qualificazione diventerebbe più problematica

Euro 2016: Croazia-Italia (diretta tv ore 20,45 su RaiUno) a Spalato a porte chiuse. Azzurri con El Shaarawy. Le probabili formazioni

di Ernesto Giusti - - Primo piano, Sport

Stampa Stampa
El Sahaarawy, attaccante del Milan, torna in azzurro a Spalato

El Sahaarawy, attaccante del Milan, torna in azzurro a Spalato

SPALATO – A casa De Rossi e Verratti, ma Antonio Conte non mostra di avere troppa paura della sfida con la Croazia, a Spalato, stasera alle 20,45, che può schiudere all’Italia la qualificazione per Euro 2016.  Da novembre a oggi è passato un po’ di tempo, l’Italia è cresciuta. Nell’andata a San Siro contro la Croazia, “l’avversario più forte del girone”, ha ribadito Conte, gli azzurri rimediarono un pari sofferto, contro una squadra superiore e che si trova davanti in classifica di due punti. Ma a Spalato c’è l’occasione di suonare tutta un’altra musica. Vero, ma non dimentichiamo il valore dei croati: fra i quali mancherà Modric, stella del Real Madrid, ma ci sarà quel Rakitic del Barcellona, fatale lla Juve nella finale di Champions.

“Dopo la gara d’andata avevo detto che la Croazia era una squadra forte, che lo aveva dimostrato a San Siro, dove ci era stata superiore, e che meritava il primo posto. Detto questo abbiamo lavorato e cercheremo domani di dimostrare il contrario”, avverte il ct azzurro, il cui approccio è abbastanza sereno. In caso di sconfitta il primo posto diventerebbe quasi un miraggio e la qualificazione passerebbe per la sfida contro la Norvegia ma nonostante questo per Conte la gara “non sara’ decisiva qualsiasi sia il risultato. E’ una partita bella, tosta, contro un avversario forte, e questo ci deve dare grandi motivazioni”. Ma “non firmerei per il pari, non mi e’ mai capitato di iniziare una partita con un obiettivo minimo, bisogna sempre puntare all’obiettivo massimo e cercare di fare il possibile per centrarlo. Se poi la gara dovesse finire in pareggio, faremo le valutazioni: potrebbe essere positivo se avremo giocato bene, negativo se la prestazione non fosse all’altezza”. Si giochera’ a porte chiuse, “difficile sotto tutti i punti di vista, della concentrazione, dell’adrenalina, sia per noi che per la Croazia, avremmo preferito giocare col pubblico”.

Sulla formazione Conte non si sbilancia troppo anche se di fatto conferma il passaggio al 4-3-3 in risposta alle indicazioni del campionato. “Abbiamo abbondanza di giocatori esterni giovani, bravi nell’uno contro uno, il gol lo troveranno”. Sicuro titolare Pirlo, che Conte non vede lontano dall’Italia o dalla Juve (“Ha grandissimo entusiasmo, la passione di un ragazzino. Non penso che Andrea possa lasciare il calcio, secondo me ha ancora tanto da dare e l’augurio mio e’ che possa continuare”).

Assieme a Conte, in conferenza stampa, il capitano azzurro Gigi Buffon. Più prudente sul futuro di Pirlo (“sono valutazioni che Andrea in tutta serenità vuol fare per poter prepararsi un futuro migliore e piu’ adatto a quelle che saranno le sue velleita”), il portierone si ritrova davanti Rakitic e una Croazia che all’andata ha fatto male alla Nazionale. “A Rakitic faro’ i complimenti, per il giocatore che e’, per la carriera che sta facendo e per l’ultimo successo – dice del centrocampista del Barcellona – Loro sono un gruppo di giocatori, 10-12, che da parecchio tempo giocano insieme e stanno portando avanti questo progetto. Noi ci siamo rinnovati e ci sono tanti ragazzi nuovi che si affacciano per la prima volta a questi palcoscenici. Ed e’ normale essere un pochino dietro a loro”.

Probabili formazioni

CROAZIA (4-2-3-1): 1 Subasic, 2 Srna, 5 Schildenfeld, 4 Vida,6  Pranijc, 16 Rakitic, 18 Brozovic, 7 Perisic, 10 Kovacic, 11Olic, 9  Mandzukic (12 Kalinic, 3 Vrsaljko, 8 Jedvaj, 15Leskovic, 17 Tomecak, 14 Badelj, 20 Pasalic, 21 Rog, 23Sharbini, 19 N. Kalinic, 22 Rebic, 13 Vargic) . All.: Kovac

ITALIA (4-3-3) :1 Buffon, 15 De Silvestri, 5 Astori, 19Bonucci, 4 Darmian,  18 Soriano, 21 Pirlo, 8 Marchisio, 6Candreva, 20 Pellè, 11 El Shaarawy (12 Sirigu, 23 Pasqual, 2 DeSciglio, 3 Moretti, 13 Ranocchia, 7 Bertolacci, 16 Parolo, 22Gabbiadini, 9 Immobile, 17 Sansone, 10 Vazquez, 14 Padelli). All.: Conte

Arbitro: Atkinson (Ing)

Tag:, ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.