Firenze: al convegno Cgil Poletti scopre «la terribile situazione del lavoro che non c’è…». E minaccia ancora i pensionati

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa
Il ministro Poletti

Il ministro Poletti

FIRENZE – Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, intervenendo alle ‘Giornate del lavoro’ della Cgil a Firenze, ha parlato della situazione italiana e delle pensioni. “La situazione è molto difficile, da un certo punto di vista terribile; la situazione della disoccupazione e della precarietà è gravissima, bisogna che cambi, ed è il lavoro che stiamo facendo”. Cosi nel mondo del lavoro, per il ministro Poletti, “c’è un grande rapidissimo e tumultuoso cambiamento” e la situazione può cambiare se “prima di tutto, c’è una fase di espansione economica e nuovo sviluppo e dentro questa dinamica ci deve essere la capacità di collegare il lavoro ai cambiamenti in corso. La situazione è molto difficile, il lavoro da fare tanto – ha concluso Poletti – anche perché abbiamo alle spalle venti anni di guai, la situazione non si è creata oggi. Il nostro obiettivo è cambiare radicalmente perché le cose migliorino”.

Passando al tema delle pensioni il ministro ha affermato che il governo lavorerà sulla ‘flessibilità in uscita’ nella legge di stabilità. Ribadendo che questo però verrà fatto “con un unico vincolo, non vogliamo produrre altro debito da scaricare sui giovani, sul futuro. Il danno in questo senso è già stato fatto in passato”. Il rischio? Che Poletti e il premier Renzi vogliano penalizzare i pensionati che hanno pagato contributi pesanti per 40 anni e ora possono vedersi tagliare l’assegno.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.