Avvicendamento a Palazzo Medici Riccardi

Firenze, il nuovo prefetto Giuffrida si insedia il 29 giugno. E sul tavolo il nodo migranti e sicurezza

di Sandro Addario - - Cronaca

Stampa Stampa
Alessio Giuffrida è il nuovo prefetto di Firenze

Alessio Giuffrida è il nuovo prefetto di Firenze

CAGLIARI – Il nuovo prefetto di Firenze, Alessio Giuffrida, si insedierà a Palazzo Medici Riccardi lunedì 29 giugno. Subentra a Luigi Varratta, che lascia Firenze dopo 3 anni, perché chiamato a Roma a dirigere il Dipartimento per le politiche del personale dell’amministrazione civile del ministero dell’Interno. Il saluto di Varratta a Firenze è previsto per giovedì 25, con una conferenza stampa la mattina e un incontro con le autorità nel tardo pomeriggio in Prefettura.

«Mi pongo a totale disposizione di tutta la cittadinanza fiorentina» conferma il prefetto Giuffrida raggiunto da FirenzePost alla prefettura di Cagliari, dove sta ormai facendo le valigie dopo quasi tre anni di permanenza. «Se sono contento di arrivare a Firenze? Contentissimo direi – dice Giuffrida (62 anni, catanese doc) – anche per essere tornato in una regione come la Toscana e in un ambiente che già in parte conosco dopo aver diretto la Prefettura di Lucca per due anni».

Difficile ottenere dichiarazioni sui problemi che lo attendono: il flusso di migranti che tende solo a salire, sicurezza delle città, occupazione ed emergenze abitative. «Fatemi almeno arrivare – risponde cordialmente al telefono – li affronteremo e li valuteremo, con serenità ma anche con la necessaria umiltà».

Il primo pensiero? «Senza dubbio un ringraziamento al prefetto Luigi Varratta, per tutto quello che ha fatto durante il suo mandato. Essere a Firenze è una cosa importante e bellissima. Spero di poter continuare la sua esperienza, dando il massimo del mio impegno».

Ora premono gli ultimi impegni e i saluti a Cagliari. Domani 16 giugno Giuffrida sarà a Roma per 2 giorni, una «full immersion» al Viminale prima di cominciare la sua esperienza fiorentina. Appena il tempo di chiedergli per quale squadra è tifoso: «Per la Nazionale» risponde sorridendo con diplomazia mentre si sente che sta affrettando il passo. Ma Giuffrida sa bene che la domanda è solo rinviata.

 

Tag:, ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.