Visitabile fino a sabato 11 luglio 2015

Firenze: apre la «Kaffeehaus» nel giardino di Boboli. Palazzina in stile rococò, con sculture del Poggini, Vincenzo de’Rossi e Valerio Cioli

di Marianna Feo - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Kffeehaus nel Giardino di Boboli

La Kaffeehaus nel Giardino di Boboli

FIRENZE: Apertura straordinaria della «Kaffeehaus» nel Giardino di Boboli, vistabile fino a sabato 11 luglio 2015, dal lunedì al sabato, dalle ore 9 alle 18 – tranne nei giorni di chiusura del giardino, lunedì 29 giugno e lunedì 6 luglio 2015. Ingresso gratuito con il biglietto d’ingresso al giardino.

L’EDIFICIO: La «Kaffeehaus» è un edificio in stile rococò, che in passato era destinato alle soste della corte durante le lunghe passeggiate tra le meraviglie del Giardino di Boboli. Realizzata nel 1775 – per volere di Pietro Leopoldo di Lorena, su progetto dell’architetto Zanobi del Rosso – la palazzina ha al suo interno rappresentazioni che decorano le pareti con motivi naturalistici.

Ben intonati al gusto rococò dell’architettura, i dipinti mostrano boschetti che s’intravedono dietro le fontane ornate con putti, così come anche nella cupolina, decorata con fiori rampicanti e uccellini. All’interno della piccola stanza della «Kaffeehaus» si trovano anche quattro sculture – recentemente restaurate: l’«Apollo col capricorno», opera di Domenico Poggini, il «Bacco con piccolo satiro» opera di Vincenzo de’ Rossi, e le due sculture di Valerio Cioli il «Nano Morgante e il Nano Barbino».

Tag:,

Marianna Feo

Marianna Feo

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.