Incontro al Viminale con sindaci e governatori

Immigrazione e Rom. Alfano come Salvini: smantelliamo i campi

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa
L'incontro al Viminale

L’incontro al Viminale

ROMA – Due incontri importanti quelli organizzati ieri dal Ministro dell’Interno Angelini Alfano al Viminale con Sindaci e Presidenti di regioni, per discutere su due temi scottanti: campi rom e immigrazione. ROM – «Occorre smantellare i campi rom» scrive su Twitter il ministro dell’Interno dopo l’incontro con i sindaci al Viminale. Esiste un piano del governo? Non esistono comunicati ufficiali e Alfano segue la moda lanciata del suo Presidente del Consiglio affidando un tema così delicato alla propaganda in 140 caratteri. @angealfa Occorre smantellare i campi Rom. Incontro con i sindaci al #Viminale. #avantitutta 19:03 – 17 Giu 2015 Poco dopo arriva un altro cinguettio: «Accordo con i sindaci sui campi Rom. Andiamo avanti! #lagiustadirezione». FASSINO – Le notizie sull’incontro provengono invece dal Presidente dell’Anci, Piero Fassino:”Il governo si è fatto carico di predisporre un fondo apposito, sulla base del quale Comuni e prefetture metteranno in campo un programma di superamento dei campi a vantaggio di una soluzione più civile e più sicura dal punto di vista della legalità. Nessuno pensa alle ruspe di Salvini. Parliamo di superare i campi attualmente esistenti, spesso caratterizzati da condizioni di vita particolarmente incivili, a favore di soluzioni più civili di carattere abitativo. Si tratta di offrire soluzioni civili ai rom da un lato e di garantire la sicurezza e la legalità dall’altro”. MIGRANTI – Alfano ha incontrato i presidenti delle Regioni e l’Anci anche sul nodo migranti. Il piano illustrato ai governatori prevede un hub (un centro di prima accoglienza) in ogni regione, deroghe al patto di stabilità per i Comuni che accolgono migranti, rafforzamento dello Sprar (il Sistema di accoglienza per richiedenti asilo), accelerazione delle procedure di valutazione dell’asilo e riequilibrio delle presenze degli stranieri ospitati su tutto il territorio nazionale (78mila). Su quest’ultimo punto, c’è stata però una spaccatura nel tavolo al Viminale. Sono stati i governatori di Veneto e Liguria (era assente il governatore lombardo Roberto Maroni, che è tuttavia sulla stessa posizione) a dire no a nuovi arrivi di migranti nelle proprie regioni. Il piano di redistribuzione del Viminale comunque proseguirà. Nei prossimi giorni previsto un incontro di Regioni ed Anci con il premier Matteo Renzi, prima del vertice europeo del 25 e 26 giugno. Quando in Europa si discuterà del fantomatico piano di distribuzione dei migranti, mentre in molti Paesi si costruiscono muri di separazione, nonostante le invocazioni accorate di Papa Francesco.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.