Alla Fortezza da Basso

Moda a Firenze, chiude Pitti Uomo: buyers a +5%. Boom dei Paesi del Nord Europa

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Economia

Stampa Stampa
Pitti Uomo, chiusura per l'edizione n° 88

Pitti Uomo, chiusura per l’edizione n° 88

FIRENZE – A poche ore alla chiusura dell’88ª edizione di Pitti Uomo, le prime stime sull’affluenza al salone della moda maschile (collezioni estate 2016) evidenziano una crescita di oltre il 5% della presenza di compratori, circa 20 mila.

Continuano ad aumentare sia i compratori esteri (+6,5% a questa edizione, in arrivo da un sempre maggior numero di paesi dai 5 continenti, per un totale di circa 8.200 buyers), così come i numeri del mercato italiano, in aumento di oltre il 4%. In totale l’organizzazione si aspetta di superare i 30 mila visitatori complessivi.

Sul fronte estero le performance più interessanti vengono dall’Europa (Germania +20%, Francia, +23% Olanda +18%, Spagna +15%, Svizzera +15%), mentre il Nord Europa fa addirittura boom, con alcuni mercati in aumento di oltre il 50%.

In crescita anche il Giappone (+3%), stabili Gran Bretagna, Stati Uniti e Cina, lieve flessione per Corea del Sud e Hong Kong. Progrediscono anche Turchia, India, i Paesi dell’Area Mediorientale e Taiwan, flessione attesa dalla Russia, ma inferiore a quella registrata lo scorso gennaio. Nella classifica dei principali mercati di riferimento torna in testa la Germania, seguita da Giappone, Spagna, Gran Bretagna, Francia, Olanda, Turchia, Cina, Svizzera, Corea del Sud, Belgio e Stati Uniti.

Intanto è arrivato a Milano il Treno Speciale della Moda promosso da Centro di Firenze per la Moda Italiana e Agenzia Ice, con il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico e in collaborazione con Camera Nazionale della Moda Italiana. Sono stati oltre 350 i passeggeri saliti a bordo, tra compratori e giornalisti, per la prima di una serie di iniziative che creeranno un collegamento sempre più forte tra le due manifestazioni di riferimento, Pitti Immagine Uomo e Milano Moda Uomo, e tra le due capitali della moda maschile, Firenze e Milano.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.