Faremo la stessa fine dei dinosauri

Terra: avviata la sesta fase di estinzione. Secondo tre università Usa scomparirà anche l’uomo

di Redazione - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Università di Princeton (Usa)

Università di Princeton (Usa)

LONDRA – La Terra è entrata in una nuova fase di estinzione, la sesta, in cui l’uomo potrà essere tra le prime vittime e scomparire come fecero i dinosauri, 65 milioni di anni fa. Se non fosse per l’autorevolezza delle tre università statunitensi autrici della ricerca, Stanford, Princeton e Berkeley, si penserebbe al copione di un ennesimo film di fanta-presudoscienza apocalittica. Ma la cosa è seria. I tre atenei Usa hanno verificato che i vertebrati (famiglia in cui rientriamo anche noi bipedi) stanno scomparendo ad un ritmo che è 114 volte quello normale. “Se non faremo nulla per fermare questo processo per la vita ci vorranno milioni di anni per riprendersi e la nostra specie sarà probabilmente tra le prime a scomparire”, ha spiegato alla Bbc il responsabile della ricerca, Gerardo Ceballos.

Lo studio, pubblicato nella rivista Science Advances, ha analizzato il tasso di scomparsa di specie di vertebrati analizzando i fossili di quelli già persi. Dal 1900, si legge nello studio, oltre 400 vertebrati sono scomparsi. Ma il ritmo sta accelerando. Tra le cause il cambiamento climatico, l’inquinamento e la deforestazione. Per citare un esempio, tra l’altro già noto, i ricercatori ritengono che in appena tre generazioni umane si saranno persi i benefici incalcolabili per l’agricoltura e l’ambiente in generale dell’impollinazione operata dalla api, che stanno scomparendo.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.