Religione: la modernità dei Salmi nel nuovo libro di Teresa Gianuizzi

di Eventi Pagliai - - Archivio comunicati Pagliai Eventi

Stampa Stampa

Firenze, 22 giugno 2015 – «Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla» è uno dei più famosi salmi, e insieme uno dei passi più noti della Bibbia. Ma sono molte le antiche preghiere di Israele, raccolte nel Libro dei Salmi, ormai note anche fuori dell’ambito religioso, magari perché citate in libri o film celebri ed entrate a far parte del linguaggio comune. Proprio ai salmi è dedicato l’ultimo libro di Teresa Minguizzi Gianuizzi, intitolato «All’aurora ti cerco» (Polistampa, pp. 136, euro 10) e illustrato dalla figlia Caterina Gianuizzi Zampini. L’autrice, nata a Ferrara nel 1937, responsabile di gruppi cattolici di formazione e condivisione sulla Sacra Scrittura, ha esordito nel 2011 con quel «Vangelo secondo la nonna» che ha superato velocemente le duemila copie, replicando poi il successo con «Le perle del Vangelo» (2012), dedicato alle parabole del Nuovo Testamento, e con “Percorsi di luce” (2013), incentrato sulle vite dei Santi. “Nei Salmi”, spiega, “possiamo trovare il DNA della storia di ciascuno: le emozioni e i sentimenti profondi, la tensione verso l’Alto, la disperazione prodotta dalla tendenza al male radicata nel cuore dell’uomo, la dolcezza nel sentirsi amati, la desolazione nel vedersi respinti, la rabbia di fronte ai tentativi di violenza, il rancore non sempre risolto nella preghiera”. Nel suo ultimo libro la scrittrice raccoglie alcuni di questi inni accostando a ciascuno una sua personale riflessione in forma poetica, fornendone così una lettura moderna e mostrandone il valore universale: alla base dei salmi, del resto, c’è l’essenza stessa dell’uomo, del suo rapporto con Dio e con i fratelli di tutto il mondo.

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.