Il manager dell'egiziano bloccato da un ritardo aereo

Fiorentina: il futuro di Salah resta in bilico. Incontro rimandato a domani 25 giugno

di Massimiliano Mugnaini - - Sport

Stampa Stampa
L'affetto dei tifosi viola per Salah

L’affetto dei tifosi viola per Salah (qui dopo la vittoria di Torino con la Juve nell’andata di Coppa Italia)

FIRENZE. Nessun botto, nonostante sia serata di Fochi a Firenze. Serviranno infatti ancora alcune ore di attesa per conoscere il destino di Mohamed Salah. Dopo un autentico tourbillon di voci in un senso e nell’altro, il vertice tra i dirigenti viola e i rappresentanti del giocatore è stato ufficialmente rinviato a domani 25 giugno.

AEREO. Pradè e collaboratori erano arrivati di buon’ora a Milano, la sede scelta per il vertice ma  causa di un ritardo aereo, uno dei legali dell’egiziano non avrebbe fatto in tempo ad arrivare a Milano prima della tarda serata di oggi. Per questo, la società viola, di comune accordo con il resto dell’entourage di Salah, ha deciso di rimandare a domattina il vertice per decidere il futuro del giocatore.

SOUSA. Fare pronostici resta difficilissimo, ma di sicuro l’egiziano – attualmente in vacanza in patria – vuole conoscere di persona i progetti viola. Per questo, potrebbe essere previsto anche un contatto diretto con Paulo Sousa.

TERZO INCOMODO. Due le opzioni: confermare il prestito di un anno a Firenze o valutare le offerte provenute da Inter, Juventus ed estero. Se la Fiorentina otterrà il suo sì potrà tenerlo un altro anno per un milione di prestito, con il diritto di riscatto a 18 alla fine della prossima stagione. Per una terza squadra, invece, si tratterebbe di un’operazione in prestito con obbligo di riscatto nel 2016 per 25 milioni di euro. E l’Inter sembra quella più intenzionata ad entrare subito in scena.

EX BOLOGNA. Il blitz milanese di Pradè e degli altri dirigenti viola servirà comunque anche per decidere il futuro di altri due giocatori lo scorso anno agli ordini di Montella. Si tratta di Gilardino e Diamanti: dovrebbe essere in programma un summit anche con i loro procuratori. Concrete le chances di conferma per l’attaccante, molto più difficile invece che resti in viola Alino Diamanti.

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.