Da venerdì 26 giugno a giovedì 9 luglio

Firenze: l’Homme Armé vara «AntiCONtemporaneo 2015», con 6 concerti in 5 sere

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
L'Homme Armé e il Contempoartensemble (insieme nel concerto del 9 luglio)

L’Homme Armé e il Contempoartensemble (insieme nel concerto del 9 luglio)

FIRENZE – Nell’ambito dell’Estate Fiorentina, prende il via «AntiCONtemporaneo 2015», la rassegna di musica antica e contemporanea, a volte giustapposte, a volte intersecate, che L’Homme Armé organizza da otto anni e che andrà da venerdì 26 giugno a giovedì 9 luglio.

La serata inaugurale sarà al Tepidarium, ovvero nell’incantevole serra in stile liberty costruita da Giacomo Roster nel Giardino dell’Orticultura di via Bolognese per l’Esposizione nazionale del 1880. Due gli eventi in programma, entrambi in collaborazione con Tempo Reale: alle 20 Francesco Giomi presenta «Musica elettrica», con la partecipazione del sassofonista Giovanni Nardi e della vocalista Maria Caterina Frani; alle 21.30 L’Homme Armé diretto da Fabio Lombardo esegue la nuova versione, con nuovi canti, di «Canta che ti passa», una sorprendente rielaborazione polivocale, con un pizzico d’elettronica, di materiali etnofonici (raccolti dal ben noto Istituto Ernesto De Martino) del repertorio dei canti che una volta ritmavano i lavori, specie i più duri. Le voci sono quelle di Lucia Sciannimanico, Giovanni Biswas, Luciano Bonci, Paolo Fanciullacci, alle percussioni c’è Stefano Rapicavoli, all’elettronica ancora Francesco Giomi di Tempo Reale.

La rassegna prosegue poi all’Auditorium di Sant’Apollonia, dove martedì 30 giugno L’Homme Armé diretto da Fabio Lombardo presenta «SacraeCantiones / SacredSongs», con musiche vocali di rarissima esecuzione composte da Carlo Gesualdo da Venosa (1566-1613) e da Giacinto Scelsi (1905-1988) eseguite da Monica Benvenuti, Giulia Peri (soprani), Giovanni Biswas, Paolo Fanciullacci, Claudio Zinutti (tenori), Gabriele Lombardi (basso).

Nel terzo concerto (5 luglio) L’HommeArmé presenta «Electrica Medievalia Carmina / The Dark Side of Medieval Music», una serie di brani risalenti al XIII e al XIV secolo, eseguiti da due voci cantanti “contrappuntate” da un ensemble strumentale formato da tre chitarre elettriche e batteria, che, assodata l’esistenza di vari tratti in comune fra la scrittura musicale medievale e quella pop-rock degli anni Settanta, rielabora il tutto in stile Pink Floyd e Led Zeppelin. Eseguono SantinaTommasello, Mya Fracassini (voci), Alessandro Fabbri (percussioni), Cristiano Cei, Alessio Masoni, e Gian Luca Lastraioli (chitarre elettriche; l’ultimo anche ideatore e direttore).

Nel quarto concerto (martedì 7 luglio ) il pianista Emanuele Torquati presenta «Natura degli affetti. Italianbaroque and new music», in cui affianca pagine di autori barocchi italiani, editi o trascritti per pianoforte da grandi musicisti del Novecento (Bartok, Dallapiccola …), a pagine originali di giovani e meno giovani compositori nostrani che, in modi differenti, si ricollegano a quel rapporto con gli affetti musicali che ha illuminato quasi tutto lo stile barocco, soprattutto del Seicento italiano.

Dulcis in fundo, il 9 luglio L’Homme Armé, in co-produzione col Contempoartensemble, presenta «Summa», un concerto dedicato al grande compositore ArvoPärt per i suoi 80 anni in cui vengono presentate alcune sue bellissime composizioni polifoniche intervallate da alcuni “contrapuncta” tratti dall’«Arte della fuga» di Johann Sebastian Bach, uno dei punti di riferimento del compositore estone. Sul palco, sotto la direzione di Fabio Lombardo, ci saranno Giulia Peri (soprano), Mya Fracassini (mezzosoprano), Giovanni Biswas (tenore), Gabriele Lombardi (baritono), Duccio Ceccanti, Clarice Curradi (violini), Edoardo Rosadini (viola), Vittorio Ceccanti (violoncello).

Tepidarium del Roster nel Giardino dell’Orticultura (via Bolognese 17, Firenze)

venerdì 26 giugno, ore 20: Francesco Giomi in «Musica elettrica»; ore 21.30 L’Homme Armé in «Canta che ti passa»

Auditorium di Sant’Apollonia (via San Gallo 25/a, Firenze)

martedì 30 giugno, ore 21.30 L’HommeArmé diretto da Fabio Lombardo in «SacraeCantiones / SacredSongs». Musiche vocali di Carlo Gesualdo da Venosa e Giacinto Scelsi

domenica 5 luglio, ore 21.30 L’HommeArmé in «Electrica Medievalia Carmina / The Dark Side of Medieval Music»

martedì 7 luglio, ore 21.30 Emanuele Torquati (pianoforte) in «Natura degli affetti. Italianbaroque and new music»

giovedì 9 luglio, ore 21.30 L’Homme Armé + «Summa», dedicato ad ArvoPärt per i suoi 80 anni

Serata del 26 (due eventi): intero € 16, ridotto € 12; altre serate: intero € 12, ridotto € 8

Per informazioni e prenotazioni: tel. 055-695000 / 3396757446, informazioni@hommearme.it; www.hommearme.it

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.