Il saluto prima di raggiungere Roma

Il congedo di Varratta da Firenze: «Non è una città degradata, ma la situazione non migliora» (VIDEO)

di Sandro Addario - - Cronaca

Stampa Stampa
Il prefetto Varratta (al centro) con il sindaco Nardella, la moglie Giovanna e i figli Salvatore e Bianca

Il prefetto Varratta (al centro) con il sindaco Nardella alla sua destra, la moglie Giovanna e i figli Salvatore e Bianca

FIRENZE – Il degrado nel centro storico di Firenze? Un problema che «in questi anni non è migliorato molto. È un cruccio. Ma non è possibile mettere la città sotto una campana di vetro». Lo ha detto il prefetto di Firenze Luigi Varratta, in partenza per Roma dopo 3 anni di mandato, che oggi ha salutato nella mattinata i giornalisti e la sera le autorità invitate a Palazzo Medici Riccardi. «A Firenze – ha aggiunto Varratta conversando con i giornalisti – questi problemi li avrete sempre, a meno che il legislatore non ci dia una mano, perché ci sono persone che vengono qui a fare quello che non possono fare a casa loro». Tra le ipotesi allo studio, quella di vietare «di camminare per il centro con le bottiglie di vetro». Una questione di cui Varratta parlerà con il suo successore, l’attuale prefetto di Cagliari Alessio Giuffrida, che si insedierà a Firenze lunedì 29 giugno.

«Firenze non è una città degradata – ha confermato Varrata nel suo incontro con le autorità nel cortile della Prefettura – ma una città che soffre di alcuni episodi di degrado con i quali non possiamo convivere ma trovare la soluzione giusta per evitare di arrivare a situazioni più gravi».

Tra i saluti e i ringraziamenti Varratta ha citato anche il rapporto con la stampa: «I molti comitati per l’ordine e la sicurezza – ha detto – abbiamo affrontato i lavori partendo dai ritagli stampa. Da questi molto spesso ci sono arrivati suggerimenti, indicazioni e stimoli che ci hanno consentito di operare».

E i fiorentini? «Non ho mai visto persone attaccate alla loro città come i fiorentini. Se fanno polemica e si arrabbiano, che ben vengano. Vuol dire che hanno a cuore Firenze».

 

IL SALUTO DEL PREFETTO – VIDEO

 

Tag:,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.