Si prevede un evento eccezionale, come nell'estate 2003

Caldo africano in arrivo sull’Italia. Firenze fra le città più bollenti: con punte di 40 gradi!

di Redazione - - Cronaca, Economia, Primo piano

Stampa Stampa
Contro il caldo africano ci si difende soltanto facendo il bagno nelle fontane

L’ondata di caldo africano si riverserà sull’Italia, e in particolare su Firenze, almeno fino a metà luglio

ROMA – Un’intensa ondata di caldo africano è in arrivo sull’Italia, con punte anche di 40 gradi al Centronord. “Un evento di notevole portata, paragonabile a quello avvenuto nell’estate del 2003”, spiegano i metereologi che investirà anche l’Europa. Tanto che in Spagna e Portogallo le autorità hanno già innalzato il livello di allerta meteo.
“Per tutta la prima decade di luglio l’Italia sarà sotto la canicola – spiega Edoardo Ferrara, meteorologo di 3bmeteo.com –
Le aree più colpite saranno quelle del Nord, le regioni centrali tirreniche e la Sardegna, dove nei prossimi giorni si potranno superare punte di 35-36 gradi, con picchi anche vicini ai 38-40 gradi dopo il 5 luglio. La fiammata africana non coinvolgerà in modo diretto il Sud – aggiunge – dove il caldo sarà per così dire di normale amministrazione. Anche i versanti adriatici non sperimenteranno temperature particolarmente elevate”.
“Le temperature si porteranno sopra le medie del periodo anche di oltre 7-10 gradi al Centronord – prosegue l’esperto -. Tra le città più bollenti nei prossimi giorni Aosta, Torino,
Milano, Sondrio, Bolzano, Trento, Verona, Firenze, Grosseto, Roma, Nuoro. Queste località potranno raggiungere punte di 34-36 gradi se non superiori da venerdì. E punte di 32-34 gradi sono attese anche in città come Treviso, Udine, Ferrara, Bologna,
Perugia, Terni, Frosinone, Benevento, Caserta, Foggia, Cosenza, Caltanissetta. Sulle città costiere, in particolare su quelle adriatiche e ioniche, ci sarà invece qualche grado in meno.
Saranno, per così dire, i versanti “più freschi”.

“Sulle grandi città del Nord – continua Ferrara – si soffrirà soprattutto la sera, quando le temperature potranno ancora mantenersi intorno ai 28-30 gradi ma aumenterà il tasso di
umidità. Una situazione di ‘sofferenza’ che potrebbe farsi sentire soprattutto da giovedì-venerdì e nel weekend”. Per l’esperto si tratta “di un evento di notevole portata,
paragonabile come intensità all’estate 2003 che interesserà non solo l’Italia ma anche buona parte dell’Europa centro-occidentale, inglobata in un enorme anticiclone africano”.

Insomma, si soffrirà il gran caldo anche su diverse nazioni d’Europa e su città come Parigi, Berlino, Bruxelles e Londra. “In particolare – osserva Ferrara – su Francia e Spagna dove sono attese punte di oltre 38-40”. In Spagna, le autorità hanno alzato l’allerta anche per il rischio incendi. “Picchi di oltre 34-35 gradi sono attesi anche su Germania, Olanda, Belgio,
fino ad oltre 32-33 gradi persino sull’Inghilterra”.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.