Ricoverata alla clinica del Ceppo, sarebbe stato impossibile salvarla

Siena, Palio: abbattuta Periclea, cavalla di 7 anni, infortunata durante una batteria

di Redazione - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Una carriera del Palio di Siena

Una carriera del Palio di Siena

SIENA – E’ stata abbattuta Periclea, una femmina di 7 anni, che si era infortunata ieri, 29 giugno, in modo serio in piazza del Campo durante una delle 4 batterie della tratta, che precede l’assegnazione dei cavalli alle 10 contrade che correranno il Palio del 2 luglio. La cavalla e’ inciampata negli arti posteriori del cavallo che lo precedeva: subito soccorsa e stata trasportata alla clinica veterinaria “Il Ceppo”. Le cure non hanno evitato complicazioni: come spiega una nota del Comune non è stato possibile salvare Periclea.

Prima di Periclea, l’ultimo infortunio mortale era stato quello di Messi, un baio di 6 anni, deceduto il primo luglio 2011 dopo un incidente durante la quarta prova della corsa. Messi era stato assegnato alla Chiocciola che chiaramente non corse la carriera del giorno successivo. Al Palio del 2 luglio 2010 si era infortunato Giove Deus, un barbero di 8 anni, che era uscito dal tufo, dove aveva corso per l’Onda, sanguinando sopra la corona di uno zoccolo. Un incidente che non sembrava particolarmente grave ma il 29 luglio Giove Deus venne abbattuto alla clinica del Ceppo per le complicazioni sopraggiunte. Andando indietro nel tempo si risale al Palio del 16 agosto 2004 quando sul tufo di piazza del Campo mori’ Amoroso, un baio di 8 anni che correva per il Bruco. Per l’animale fu fatale l’impatto con il bandierino: mori’ praticamente sul colpo. Un anno prima erano morti Alghero e Big Big, che correvano rispettivamente per le contrade dell’Onda e dell’Aquila. Nel 2000 era toccato a Braccio di Ferro, che aveva corso il Palio della Madonna di Provenzano per l’Oca e, infortunatosi durante la carriera, venne abbattuto una ventina di giorni dopo per il sopraggiungere di complicazioni.

Prima dell’inizio del nuovo millennio, molti ricordano il Palio del 16 agosto 1998. Lobis Andrea, detto Penna Bianca, il cavallo della contrada dell’Onda venne abbattuto subito dopo la carriera e, due giorni dopo, mori’ Tuareg, un sauro di 6 anni che aveva corso per il Bruco e che era stato sottoposto ad un lungo intervento chirurgico nella clinica veterinaria per una frattura all’arto anteriore destro. Secondo stime della Lav, sarebbero 50 i cavalli morti dal 1970 ad oggi.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.