Maro`, ennesimo rinvio del tribunale indiano. Udienza rimandata al 25 agosto

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Corte Suprema New Delhi

La sede della Corte Suprema a New Delhi, in India

NEW DELHI – Prendendo atto dell’esistenza di un ordine di sospensione da parte parte della Corte Suprema indiana di ogni procedimento giudiziario riguardante i Fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, il tribunale speciale di New Delhi ha fissato oggi una nuova udienza al 25 agosto. Dopo aver ascoltato i legali della Difesa, che hanno ricordato l’udienza del 14 luglio alla Corte Suprema, la giudice Neema Bansal Krishna ha aggiornato la seduta.

Al tribunale distrettuale di Patiala House nella capitale indiana si era rivolta alla fine del 2013 la polizia antiterrorismo Nia dopo aver concluso le indagini sulla vicenda. Tuttavia, a causa dell’opposizione italiana all’utilizzazione della legge anti pirateria marittima (Sua Act), gli investigatori non hanno potuto fino ad oggi registrare la denuncia contenente i capi di accusa a carico dei marò. Fra l’altro, nel ricorso attualmente all’esame della Corte Suprema, i legali di Latorre e Girone hanno chiesto l’esclusione della stessa Nia dal processo.

Il procedimento penale, nuovamente aggiornato oggi 1 luglio, non è quindi di fatto mai cominciato. Va ricordato, infine che venerdì 26 giugno l’Italia ha avviato l’iter per un arbitrato internazionale e che in questi giorni il team legale angloitaliano coordinato da Daniel Bethlehem e quello indiano presso lo studio Titus sono al lavoro per mettere a punto una nuova strategia per affermare il diritto di giurisdizione italiano.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.