L'iniziativa di Marco Stella, vicepresidente del consiglio regionale

Tasse, Città metropolitana di Firenze: contro l’aumento dell’Rc auto, Forza Italia lancia una raccolta di firme

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica, Top News

Stampa Stampa

Truffa alle assicurazioni da oltre 1 milione di euroFIRENZE – «L’aumento delle tasse provinciali  sull’Rc Auto deciso dalla Città Metropolitana di Firenze è  inaccettabile, perché va a colpire indiscriminatamente tutti i  cittadini, e in particolare i più deboli, pensionati, disoccupati e  precari. Se il sindaco Nardella non tornerà sui suoi passi, come Forza Italia siamo pronti a mobilitarci con una raccolta di firme tra tutti i residenti, e chiediamo agli agenti assicurativi di aiutarci in  questa campagna che stiamo intraprendendo contro una palese  ingiustizia».

L’annuncio è di Marco Stella, vicepresidente del consiglio regionale e  capogruppo di Forza Italia al Comune di Firenze. Che aggiunge: «L’aumento dal 10,5% al 16% delle tasse provinciali sull’Rc Auto – spiega Stella – frutterà alle casse della Città Metropolitana di Firenze 7 milioni di euro nel 2015 e ben 16 milioni a regime nel 2016. Senza contare l’aumento della tassa sulla proprietà del veicolo (Ipt Auto), che passa dal 6% al 9%. A questo si aggiungono l’incremento  della Tia (dal 3 al 5 per cento) e l’aumento del prezzo del biglietto Ataf, che a fine mese passerà da 1,20 a 1,50 euro. Una valanga di nuove tasse per i fiorentini, che vengono colpiti in un momento di grave crisi economica e di disoccupazione diffusa. Eppure – conclude Stella – il sindaco Nardella ha deciso di fare un’eccezione per la società di autonoleggi Arval, a cui l’Rc Auto è stata ridotta dal 10,5% al 9%. Non capiamo il perché di questa logica che usa due pesi e due misure, e non capiamo perché i pensionati e i precari fiorentini debbano pagare le tasse al posto di Arval. Nardella ci deve delle spiegazioni al più presto. Ancora una volta, la sinistra e il Pd si dimostrano i paladini dell’aumento delle tasse, invece che della riduzione della spesa pubblica».

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.