Giovedì 9 luglio alle 21.30

Firenze: «AntiCONtemporaneo 2015» si chiude con Bach e Arvo Pärt

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
L'Homme Armé e il Contempoartensemble

L’Homme Armé e il Contempoartensemble

FIRENZE – Gran finale per «AntiCONtemporaneo 2015», la rassegna di musica antica e contemporanea organizzata da L’Homme Armé. Il concerto conclusivo si intitola «Summa. Per gli 80 anni di ArvoPärt» e vede riuniti sul palco, sotto la direzione del Maestro Fabio Lombardo, quattro solisti de L’Homme Armé e altrettanti del Contempoartensemble.

Ricercate e di grande effetto le composizioni vocali di Pärt selezionate: le due versioni di «Summa», per quattro voci e per quartetto d’archi (1977-1991), che danno il titolo alla serata, il bellissimo «Stabat mater» per soprano, alto, tenore, violino, viola e violoncello (1985), «And one of the Pharisees» per alto, tenore e basso (1992), «Es sang vor langen Jahren» per alto, violino e viola (1984) e «Da pacem» per quattro voci e quartetto d’archi (2004/2006); fra una composizione e l’altra, vengono eseguite parti de «L’Arte della Fuga», BWV 1080 (1747-1749) di Johan Sebastian Bach: un autore di riferimento per Arvo Pärt, fermamente convinto che «la modernità della musica di Bach non svanirà per i prossimi duecento anni e forse non verrà mai meno». Per il gusto di chi scrive, ha ragione da vendere.

Auditorium di Sant’Apollonia (Via San Gallo, 25a – Firenze)

Giovedì 9 luglio, ore 21.30

L’Homme arme e Contempoartensemble in «Summa. Per gli 80 anni di ArvoPärt». Direttore: Fabio Lombardo; soprano: Giulia Peri; mezzosoprano: Mya Fracassini, tenore: Giovanni Biswas; baritono: Gabriele Lombardi; violini: Duccio Ceccanti e Clarice Curradi; viola: Edoardo Rosadini; violoncello: Vittorio Ceccanti

Biglietti: intero € 12; ridotto € 8. Info 055-695000, 3396757446; informazioni@hommearme.it; www.hommearme.it

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.