I dati pubblicati dal Ministero dell'economia

Dichiarazioni redditi: 8 e 2 per mille. La Chiesa incassa 1 miliardo, i partiti solo 325.000 euro

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa
Tasse

Tasse

Le tabelle fornite dal Ministero dell’Economia sulle destinazioni dell’otto per mille e del due per mille ci svelano una realtà molto significativa, che prova ancora una volta quanto bassa sia la fiducia del popolo italiano nella politica.

CHIESA – Sedici milioni di italiani hanno scelto di assegnare oltre un miliardo di euro dal loro imponibile (reddito 2011, ripartiti sul 2015) alle attività della Chiesa cattolica, mentre la donazione spontanea ai partiti, il famoso due per mille, il cui meccanismo era stato introdotto dal governo di Enrico Letta, si ferma a 325.000 euro, un’elemosina.

REDDITI – Infatti i dati riferibili alle dichiarazioni del 2014, sui redditi del 2013, mostrano che su un totale di poco meno di 41 milioni di contribuenti, soltanto una pattuglia infinitesima (16.518) ha deciso di donare l’obolo ai partiti. Quantificando le cifre si arriva ad appena 325.711 euro.

PARTITI – Di questa misera cifra è interessante anche scoprire i dettagli. La parte del leone la fa il Pd, che raccoglie 199.099 euro, donati da 10.157 contribuenti. Segue la Lega Nord, con 28.140 euro elargiti da 1.839 contribuenti; terzo gradino del podio per Forza Italia (24.712 euro donati da 829 benefattori) che supera di poco Sel, accreditata di 23.287 euro da 1592 persone.

Ma arriviamo agli spiccioli. Segue la Sudtiroler Volkspartei che totalizza 16.600 euro da 511 contribuenti. Sotto la soglia dei diecimila troviamo il Partito Socialista Italiano, con 9.686 donati da 591 persone. E poi ancora Fdi (9.326 da 510 sodali), Scelta Civica (7.102 euro provenienti da 156 appassionati). Poi l’Union Valdotaine, che racimola 4.017 euro da 180 amici. Penultimo l’Udc con 3.084 euro da 114 contribuenti e buon ultimo il Partito Autonomista Trentino Tirolese, 656 euro da 39 contribuenti.

In percentuale dunque anche dal punto di vista ‘economico’ si conferma l’enorme disaffezione dei contribuenti e il loro sdegno per le ruberie dei partiti. Il totale di 16.518 contribuenti che hanno offerto il loro obolo corrisponde appena allo 0,04% su circa 41 milioni. Ma neppure questo dato farà riflettere i nostri politici a livello centrale e locale. I fondi e contributi si trovano comunque.

Tag:, ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.