Oggi 11 luglio

Firenze, sciopero all’Ikea: «Hanno aderito il 90% dei lavoratori»

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Sciopero all'Ikea di Firenze, 11 luglio 2015 (foto dal profilo Twitter  di Cortocircuito)

Sciopero all’Ikea di Firenze, 11 luglio 2015 (foto dal profilo Twitter di Cortocircuito)

FIRENZE – Sarebbe stata di oltre il 90% l’adesione dei lavoratori allo sciopero di oggi 11 luglio nel negozio Ikea di Sesto Fiorentino, secondo quanto comunicano i sindacati. I dipendenti del punto vendita (in tutta Italia sono 21) hanno dato vita ad un presidio dalle 9 alle 13 durante il quale sono stati distribuiti volantini sulla vertenza.

A dare solidarietà sono arrivati anche i rappresentanti di Rsu di aziende locali (tra cui Esselunga, Unicoop, H&M). «Oggi si è vista una grande determinazione in lavoratori e lavoratrici per far riaprire la trattativa su basi costruttive. Qui a Sesto siamo al secondo sciopero, e da qui parte un forte messaggio: no alla disdetta dell’integrativo, no a colpire salari e diritti», ha detto Massimiliano Bianchi della Filcams Cgil Firenze.

La Rsu di Ikea di Sesto Fiorentino ha scritto anche una lettera al presidente della Regione Enrico Rossi per ringraziarlo per la solidarietà espressa e gli ha chiesto un impegno a far riaprire la trattativa.

Al punto Ikea di Pisa ci sono stati volantinaggi da parte dei sindacati per spiegare le ragioni dell’agitazione. «Non capiamo il comportamento di Ikea, finora c’era sempre stata collaborazione coi lavoratori, è stato uno dei punti di forza dell’azienda. Ora deve fare un passo indietro», ha dichiarato Cinzia Bernardini della Filcams Cgil Toscana.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.