La vicenda va avanti da oltre tre anni

Marò: «L’India non può evitare l’arbitrato internazionale chiesto dall’Italia»

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Il titolo di Hindustan Times: "Il caso dei marines italiani verso un arbitrato internazionale"

Il titolo di Hindustan Times: “Il caso dei marines italiani verso un arbitrato internazionale”

NEW DELHI – La vicenda dei due marò italiani bloccati in India – che sta andando avanti da più di tre anni senza risultati tangibili –  sembrerebbe adesso rivolgersi verso la celebrazione di un arbitrato internazionale, come chiesto dall’Italia, per il quale l’India non avrebbe altra scelta che adeguarsi. Lo afferma il quotidiano Hindustan Times.

In particolare un responsabile del ministero dell’Interno indiano (che ha chiesto l’anonimato) ha spiegato che «l’Italia ha formalmente chiesto un arbitrato internazionale nel caso dei due Fucilieri (Massimiliano Latorre e Salvatore Girone) nell’ambito della Convenzione dell’Onu sul diritto del mare (Unclos)». «L’India – ha proseguito la fonte – è firmataria di tale Convenzione che con l’articolo 287 fornisce metodi di soluzione delle dispute. E il presupposto legale di base è che se una parte in una vertenza cerca un arbitrato, l’altra dovrà dare il suo accordo».

 

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.