La denuncia del giornale francese La Tribune

Europa, ristrutturazione dei debiti, due pesi e due misure: Schäuble attacca la Grecia e benedice l’Austria

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

MERKELSCHAUBLE

ROMA – Mentre in Italia i giornali favorevoli al Governo esaltano il ruolo di Renzi (molto marginale, ha fatto tutto Hollande) nel risolvere la questione greca, i mass media francesi, sull’onda del contrasto Merkel-Hollande, hanno cercato qualche notizia in merito alla posizione della Germania, rispetto ad altre situazioni analoghe a quella greca, in Europa. Ed ecco la sorpresa, svelata dal  quotidiano francese La Tribune. Si tratta di una vicenda che non riguarda un intero Paese, ma due regioni e stati finitimi. È stato infatti raggiunto un accordo politico fra il land tedesco della Baviera e la vicina Carinzia (Austria) per una ristrutturazione da quasi 1,5 miliardi di euro per evitare il fallimento dello Stato federale austriaco.

EUNEWS – Scrive il magazine specializzato in questioni europee Eunews: «Dopo una lunga e controversa vicenda, lo Stato federale della Carinzia e il land tedesco della Baviera hanno trovato un accordo per tagliare di più della metà il debito del primo nei confronti del secondo. La cifra “scontata” sarebbe di 1,45 miliardi di euro, di poco inferiore ai 1,6 miliardi che la Grecia non ha rimborsato entro il 30 giugno scorso al Fondo monetario internazionale, con tutte le conseguenze che ben conosciamo. La ristrutturazione del debito è diventata inevitabile e dopo settimane di negoziati fra i rispettivi ministeri delle Finanze, Austria e Bavaria sono finalmente giunti a un accordo politico. Secondo La Tribune, l’intesa prevede che la BayernLB accetti di ricevere solo 1,3 miliardi dei 2,75 dovuti. E in Baviera c’è addirittura chi propone di andare oltre e annullare il debito austriaco. Chissà cosa direbbe Tsipras se lo sapesse.»

ATENE – Insomma. Quel che per Atene non si può fare, per i vicini di casa non è stato un problema. Il quotidiano francese La Tribune che ha posto l’accento sulla frase del ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schäuble “un taglio del debito pubblico non è possibile secondo i Trattati europei”, ma che sembra non valere per l’Austria, come a dire: in Europa ci sono due pesi e due misure.

 

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.