I suggerimenti del sindaco contro l'ondata di calore che durerà 10 giorni

Firenze: emergenza caldo fino a 47 gradi. Scatta l’Alert System: telefonate del comune a 83 mila famiglie (AUDIO)

di Redazione - - Cronaca, Primo piano, Top News

Stampa Stampa
Turisti alla ricerca di acqua per combattere l'afa alla Loggia del Porcellino

Turisti alla ricerca di acqua per combattere l’afa alla Loggia del Porcellino

FIRENZE – Comincia dalla serata di oggi 15 luglio, a partire dalle 19, il servizio di allerta telefonica (detto Alert System) per l’emergenza caldo: 83 mila famiglie fiorentine riceveranno una telefonata a casa da parte del sindaco (messaggio pre-registrato) con le principali norme di comportamento da seguire per difendersi dalle temperature record di questi giorni. Secondo il bollettino del Lamma (il consorzio di meteorologia della Regione Toscana) l’ondata di calore proseguirà ancora per 10 giorni con temperature fino a 38 gradi e valori percepiti al sole fino a 47 gradi.

L’APPELLO DEL SINDACO – «Ci aspettiamo una situazione critica e il nostro impegno è massimo affinché l’ondata di calore di questi giorni crei il minor numero di disagi possibili» ha detto il sindaco Nardella. «Un’avvertenza – ha aggiunto il sindaco -: bere molto, non uscire nelle ore più calde della giornata e stare a casa o in luoghi areati o, anche solo per alcune ore, climatizzati». «Vorrei lanciare un appello ai fiorentini – ha concluso Nardella -: non lasciate gli anziani soli; accertatevi delle loro condizioni di salute e offrite loro aiuto. E coloro che se la sentono possono recarsi anche nei Centri anziani dove vengono svolte attività di socializzazione».

FIRENZE ALERT SYSTEM. Con l’Alert System, il servizio innovativo di Protezione civile predisposto per avvisare via telefono la popolazione in caso di emergenza, attivo dal dicembre scorso per altri tipi di emergenze, i fiorentini riceveranno informazioni puntuali sull’emergenza caldo e le principali norme di comportamento da tenere come ad esempio limitare l’uso di zucchero e bevande gassate e chiamare il medico curante o il 118 nel caso che vengano avvertiti sintomi nuovi come crampi, mal di testa, vomito, diarrea, febbre e spossatezza.

NORME DI COMPORTAMENTO. Durante un’ondata di caldo è molto importante che tutti, non solo anziani, bambini e soggetti fragili, rispettino le seguenti norme di comportamento che si possono trovare anche sul sito della Protezione civile: evitare, se possibile, l’esposizione all’aria aperta nella fascia oraria tra le 12 e le 18, ovvero le ore più calde della giornata; evitare di bere bevande alcoliche, consumare pasti leggeri e mangiare frutta e verdura fresche (alcolici e pasti pesanti aumentano infatti la produzione di calore all’interno del corpo); fare bagni e docce d’acqua tiepida; indossare vestiti leggeri e comodi in fibre naturali (gli abiti in fibre sintetiche impediscono la traspirazione, e quindi la dispersione di calore); provvedere a schermare i vetri delle finestre con strutture come persiane, veneziane o almeno tende (per evitare il riscaldamento eccessivo dell’ambiente); accertarsi delle condizioni di salute e offrire aiuto a parenti, vicini ed amici che vivono soli (perché molte vittime delle ondate di calore sono persone sole); bere molta acqua: gli anziani devono bere anche in assenza di stimolo della sete (anche se non si ha sete, il corpo potrebbe avere bisogno di acqua); soggiornare anche solo per alcune ore in luoghi climatizzati per ridurre l’esposizione alle alte temperature.

NUOVI POSTI NELLE RSA – A partire da oggi ci saranno nuovi ingressi nelle Rsa cittadine. Complessivamente 70 persone attualmente in lista d’attesa entreranno nelle varie strutture. «L’intervento va ad alleggerire la situazione delle famiglie interessate e si aggiunge ai numerosi ricoveri temporanei di sollievo sempre in Rsa, attivati o in via di attivazione in questo periodo – ha spiegato l’assessore al Welfare Sara Funaro -, e alle altre iniziative predisposte a favore delle persone in condizione di fragilità».

POLIZIA MUNICIPALE. I vigili in servizio nelle strade del centro e dei cantieri a partire da oggi saranno dotati di un vademecum con le norme di comportamento corretto per far fronte al caldo, per dare una corretta informazione a cittadini e turisti.

SOGLIA DELL’OZONO. Per oggi e domani 16 luglio è previsto inoltre il superamento della prima soglia dell’ozono (soglia di informazione). Anche in questo caso, come per le ondate di calore, si raccomanda di evitare le attività ricreative con esercizio fisico intenso all’aperto. A chi lavora all’aperto si raccomanda di evitare le attività faticose nelle ore pomeridiane e di effettuare pause in zone o strutture all’ombra. Per i soggetti più sensibili (bambini, anziani, asmatici o persone affette da malattie dell’apparato respiratorio) si raccomanda inoltre di evitare la permanenza prolungata all’aria aperta.

 

L’AUDIO DEL SINDACO NARDELLA

 

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.