LE INEDITE CARTE TOSCANE DI VILFREDO PARETO

di Eventi Pagliai - - Archivio comunicati Pagliai Eventi

Stampa Stampa
Firenze, 15 luglio 2015 – Il grande economista e sociologo Vilfredo
Pareto (1848-1923) trascorse in Toscana oltre vent’anni della propria
vita: le esperienze acquisite e le riflessioni accumulate in quei due
decenni sono la base su cui poggerà la sua intera opera,
successivamente elaborata in Svizzera. È quanto emerge dai documenti
perlopiù inediti che lo studioso Simone Fagioli ha raccolto nel volume
“Vilfredo Pareto nella Toscana del secondo Ottocento” (pp. 192, euro
16) pubblicato da Polistampa nella collana del Centro Studi sulla
Civiltà toscana fra ’800 e ’900, a cura della Fondazione Spadolini –
Nuova Antologia.
Il soggiorno toscano di Pareto, che dura dal 1870 al 1893, lo vede
particolarmente impegnato come direttore della Società per l’industria
del Ferro, che nel 1880 diventa Società anonima delle Ferriere
Italiane. La sua attività di dirigente industriale è testimoniata
dalle lettere indirizzate a Celso Capacci e a Felice Ponsard,
responsabili rispettivamente della miniera di lignite di Castelnuovo
dei Sabbioni, nel Valdarno aretino, e degli impianti di Mammiano
Basso, sulla montagna pistoiese. Altrettanto importante è l’impegno
nel mondo della cultura, in particolare l’intenso rapporto
intrattenuto con l’Accademia dei Georgofili e con la Società Adamo
Smith, quest’ultima fondata nel 1874 dallo stesso Pareto assieme a
Carlo Fontanelli, Tullio Martello, Carlo Alfieri di Sostegno e
Ubaldino Peruzzi. La selezione di lettere e scritti contenuta nel
volume, accompagnata da un prezioso inserto iconografico, è
fondamentale per sottolineare il rilievo del periodo “toscano” per la
successiva biografia scientifica paretiana: “gli argomenti affrontati
in questi anni”, spiega il curatore, “forniscono un utile presupposto
per la progressiva sistematizzazione del suo pensiero economico e
sociologico: molte delle tematiche sociali ed economiche andranno
infatti a costituire l’ossatura del celebre ‘Trattato di sociologia
generale pubblicato’ nel 1916”.

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.